Quantcast
Desio. "Dobbiamo sanificare i soldi", non si arrestano le truffe a tema Covid - MBNews
Attenzione

Desio. “Dobbiamo sanificare i soldi”, non si arrestano le truffe a tema Covid

Si presentano alla porta spacciandosi per funzionari pubblici e, facendo leva sul loro falso ruolo, cercano di entrare in casa per sottrarre preziosi.

anziani free web 2

Si presentano alla porta spacciandosi per funzionari pubblici e, facendo leva sul loro falso ruolo, cercano di entrare in casa per sottrarre preziosi. Le scuse sono le più disparete: controlli del gas, della luce o dell’acqua, persino il Covid. Non c’è limite alla truffa.
Come vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi, a Desio malintenzionati senza scrupoli sarebbero sempre a caccia di qualcuno da raggirare, soprattutto le persone più anziane. Data la pandemia, ora tra gli escamotage c’è anche il “finto tampone” proposto da falsi infermieri, il cui intento è solo quello di entrare nelle abitazioni e commettere dei furti.

L‘Assessore alla Sicurezza, Andrea Villa ha voluto utilizzare il canale informativo della Polizia Locale e dei gruppi di controllo di vicinato per ricordare a tutti, soprattutto ai più anziani, di stare in guardia contro tentativi di truffa da parte di falsi funzionari pubblici e infermieri.

Invito tutti a diffidare di persone che si presentano alla porta con lo scopo di introdursi nelle abitazioni private o chiamano a casa proponendo una visita per rinnovare i contratti in essere” ha ricordato Villa. “Le aziende fornitrici di energia elettrica, gas metano o acqua potabile non inviano loro personale casa per casa per il controllo diretto delle fatture commerciali, né degli impianti. Ultimamente in città si sono registrati diversi tentativi di truffa, abbiamo ricevuto diverse segnalazioni. Continuare ad avvisare le forze dell’ordine serve a contrastare questi malintenzionati .”

“Ora ladri e truffatori hanno anche una scusa in più per tentare di entrare in casa: l’emergenza dovuta al Coronavirus. ” ha aggiunto il Sindaco Simone Gargiulo “Occorre non abbassare la guardia e diffidare sempre dei sedicenti operatori delle Aziende Sanitarie. L’ATS non telefona per proporre tamponi e gli infermieri non si presentano alla porta per sanificare i soldi o per offrire farmaci o presidi medici. Si tratta di impostori malintenzionati. Parlate con i vostri anziani, familiari o vicini di casa, e metteteli in guardia da possibili raggiri. Bastano pochi consigli per aiutarli a difendersi. ”

Le Forze di Polizia sono sempre presenti e quando si hanno dubbi sulle persone che si incontrano o che vogliono entrare in casa nostra è sempre bene controllare, telefonando al numero unico di emergenza 112 o al numero diretto della Polizia Locale 0362638818 .

commenta