Quantcast
Covid, caccia all'antibiotico Zitromax: introvabile in tutta Italia. Il commento di Aifa e del virologo - MBNews
Il caso

Covid, caccia all’antibiotico Zitromax: introvabile in tutta Italia. Il commento di Aifa e del virologo

Usato sia per i pazienti ospedalizzati, che per quelli al proprio domicilio, lo Zitromax ed il generico non sono più reperibili in farmacia. 

Farmacia-generica-3-mb

E’ tra i medicinale più usati per i malati di Covid, da giorni però è introvabile. Usato sia per i pazienti ospedalizzati, che per quelli al proprio domicilio, lo Zitromax ed il generico non sono più reperibili in farmacia. 

“A mancare – secondo quanto si apprende dall’Ansa – sarebbe la molecola necessaria per la produzione del farmaco che viene prescritto in associazione con antiinfiammatori”.

Da una parte l’aumento dei contagi delle ultime settimane a causa della variante Omicron, dall’altra il timore di contrarre il virus che ha spinto le persone ad acquistarlo in via preventiva, ora si è aperto un vero e proprio caso in tutta Italia. 

LA PRECISAZIONE DELL’AIFA

La corsa al farmaco viene però commentata dalla stessa Aifa: “L’azitromicina, e nessun antibiotico in generale, è approvato, né tantomeno raccomandato, per il trattamento di Covid-19“. Lo precisa l’Agenzia italiana del farmaco Aifa, “in merito alle recenti notizie di stampa relative alla carenza dell’azitromicina”, nome commerciale Zitromax* nella versione originator, “anche a seguito del suo utilizzo eccessivo e improprio per Covid-19“.

IL COMMENTO DEL VIROLOGO MATTEO BASSETTI

Sulla questione è intervenuto anche il virologo, Matteo Bassetti: “Che paese strano l’Italia. Lo Zitromax è esaurito. Sapete perchè? Perchè è il farmaco che viene prescritto da molti medici e richiesto dai pazienti per curare il Covid. Anzi peggio per chi è positivo al tampone anche se asintomatico.
La domanda è: serve la azitromicina nella cura del Coronavirus? C’è un dato o uno studio che dica che serve a qualcosa? Che fa guarire prima? Che riduce gli accessi in ospedale? Che riduce la mortalità?
Nulla di tutto questo. Azitromicina è un antibiotico antibatterico che serve nella terapia di alcune infezioni batteriche, ma non serve a niente nella cura del Covid. Sapete a cosa serve? A produrre batteri resistenti, di cui l’Italia è piena più di ogni altro paese europeo. Nelle infezioni virali come il Covid gli antibiotici non devono essere utilizzati, salvo in alcuni casi molto selezionati. Molto selezionati (meno del 2% del totale)
Basta usare l’azitromicina e gli altri antibiotici nel Covid. Non servono. Creano resistenze e poi mancano per chi ne ha veramente bisogno. Dopo i tamponi autoprescritti e autousati, ecco il fai da te con gli antibiotici. Povera Italia”.

 

commenta