Quantcast
Pedemontana, arriva un segnale dalla BEI: accoglie la lettera del territorio per un riesame - MBNews
Novità

Pedemontana, arriva un segnale dalla BEI: accoglie la lettera del territorio per un riesame

Il ministro per la Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, non ha invece ancora dato alcun riscontro alla lettera a lui inviata, sempre a proposito dell'annosa questione di Pedemontana.

pedemontana arcore
Foto d'Archivio

A fine novembre, sedici soggetti tra liste civiche, gruppi ed associazioni ambientaliste della Brianza hanno inviato alla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) una dettagliata comunicazione circa gli effetti che l’autostrada Pedemontana Lombarda, definita da alcuni catafalco e da altri una minaccia per la biodiversità, ha prodotto nella parte già realizzata (tratte A, B1 e tangenziali di Como e Varese). La missiva pone l’accento, con un’analisi reale e puntuale, su tutte le criticità economiche, trasportistiche e ambientali che rendono di fatto il suo completamento con le tratte B2 e C, insostenibile per il territorio e l’ambiente.

Pochi giorni più tardi, è arrivato un primo riscontro da parte dei responsabili BEI della “Division Complaints Mechanism” (Settore Reclami) e dalla “Unit Complaints Handling & Admissibility” (Unità Trattamento dei reclami e loro ammissibilità). Nella mail, l’istituto chiarisce che la comunicazione brianzola è classificata come un “complaint”, un reclamo, ed è stata registrata per un riesame.

Contrariamente alla BEI, il ministro per la Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, non ha invece ancora dato alcun riscontro alla lettera a lui inviata, sempre a proposito dell’annosa questione di Pedemontana.

Era, ed è tuttora, opinione Comune dei gruppi firmatari della comunicazione, che la BEI abbia deciso di finanziare la soc Autostrada Pedemontana Lombarda (APL), autorizzando un prestito di 550 milioni di euro, basandosi su un’analisi valutativa che prende in considerazione informazioni incomplete e parziali.

“Senza alcuna illusione particolare, continueremo il contrasto all’inutile e impattante autostrada perché non vogliamo un deserto di asfalto e cemento nella nostra Brianza, già pesantemente compromessa”, hanno affermato i firmatari.

Nel frattempo, settimana scorsa, si è dimesso Roberto Castelli, Presidente e Consigliere di Amministrazione di Autostrada Pedemontana Lombarda, a un solo giorno di distanza dal summit organizzato ad Arcore, dal neoeletto sindaco Maurizio Bono, con l’obbiettivo di valutare possibilità d’azione per eventuali modifiche al progetto Pedemontana.

Più informazioni
leggi anche
video contro pedemontana
Ambiente
Pedemontana, gli ambientalisti alla BEI: ” Non concedete il finanziamento: è un errore farlo!”
sindaco di Arcore con sindaco di Aicurzio
Summit
Pedemontana, al via tavolo permanente dei sindaci. C’è anche la proposta ‘Salva boschi’
commenta