Quantcast
Con “Renata nello spazio” i piccoli della scuola dell’infanzia Penati vincono ancora. Ecco il progetto - MBNews

Con “Renata nello spazio” i piccoli della scuola dell’infanzia Penati vincono ancora. Ecco il progetto

Sessantasette bambini dai 3 ai 5 anni hanno partecipato al concorso Policultura, indetto dal Politecnico di Milano, aggiudicandosi il premio per la miglior narrazione con la storia.

scuola Penati 2

La scuola dell’infanzia Penati di Lissone vince ancora. I piccoli dell’asilo Pacinotti si sono aggiudicati il premio come miglior narrazione al concorso Policultura 2020 – 21 promosso dal Politecnico di Milano. In giuria anche docenti dell’Università di Padova, del Boston Consulting Group e degli studios statunitensi della Warner Bros.

 

Sessantasette i bambini coinvolti, dai 3 ai 5 anni, che hanno presentato una insolita narrazione digitale dal titolo “Renata nello spazio”, per insegnare ai loro coetanei, e non solo, il significato e l’importanza dell’educazione stradale.

“A noi piaceva l’idea di ambientare la storia nello spazio ma di inserire anche delle nozioni di educazione stradale – racconta Colomba Piesvi, maestra alla scuola Penati, referente del progetto -. Ci siamo fatti aiutare da un papà della scuola che di lavoro scrive programmi televisivi. E così è nata la storia di Renata, che è una bambina appassionata dell’universo spaziale, che cerca di portare ordine tra gli abitanti del cosmo, insegnando loro la segnaletica stradale. E così la bambina viene proclamata vigilessa spaziale”.

Il lavoro è stato filmato passo passo dalle insegnanti che hanno documentato tutto il progetto, inviando poi il materiale video al Politecnico che ha montato tutti i contributi realizzando un video che racconta, con la voce dei piccoli protagonisti, l’intera iniziativa.

Un successo annunciato quello della scuola dell’infanzia Penati, che dal 2015 partecipa al concorso indetto dal Politecnico di Milano, aggiudicandosi sempre un premio. “Solo la prima volta abbiamo ricevuto una menzione, in tutte le altre partecipazioni siamo risultati vincitori e per quattro volte abbiamo conquistato il riconoscimento di miglior racconto. È davvero una bella soddisfazione, soprattutto perché questo progetto in particolare è stato concluso a marzo dell’anno scorso, nei mesi difficili della pandemia”, ammette Colomba Piesvi.

Un lavoro che ha coinvolto, con diverse mansioni, i bambini della scuola che hanno realizzato anche un plastico in 3D utilizzando materiali differenti e tecniche creative.

I bambini della scuola dell’infanzia Penati di Lissone vincitori del concorso Policultura indetto dal Politenico di Milano

Una delegazione di undici bambini della Penati si è recata in presenza al Politenico per la premiazione. A loro sono arrivati i complimenti anche dell’assessore regionale alla Sicurezza, Riccardo De Corato. “Un esempio particolarmente significativo – perché arriva dai più piccoli, che hanno realizzato un progetto speciale. Plaudo anche alla direzione dell’istituto, al corpo docente e a tutti i protagonisti di questo importante riconoscimento”.

Più informazioni