Attualità

Ruota Panoramica in Largo Mazzini? I costi? Ecco la risposta dell’amministrazione alle polemiche

Oggi in conferenza stampa l'assessore alla Cultura Massimiliano Longo e il sindaco Dario allevi hanno risposto alle principali critiche che sono state fatte alla nuova iniziativa natalizia.

ruota panoramica 3 mb

La ruota panoramica è già un trend topic sui social. Se ne parla bene, ma se ne parla anche un gran male sia tra i cittadini che tra i politici. D’altronde che Natale sarebbe senza polemica?  E oggi in conferenza stampa l’assessore alla Cultura Massimiliano Longo e il sindaco Dario allevi hanno risposto alle principali critiche che sono state fatte alla nuova iniziativa natalizia.

“Abbiamo volutamente scelto di posizionare la ruota panoramica in Largo Mazzini – dichiara il primo cittadino Dario Allevi – è luogo centrale della città che ha bisogno di un’attenzione particolare rispetto a dei problemi di decoro e degrado urbano. Mettendo questa attrazione incredibile, questo luogo per un mese e mezzo sarà visitato e fruito da tantissime famiglie che si riapproprieranno di questo scorcio di centro storico della città”.

Composta da 24 cabine per una capienza massima di 144 passeggeri, per una totale di 6/7 minuti ogni giro, sarà illuminata da oltre 3000 punti luce a led e risparmio energetico. Le speranze dell’amministrazione è che sia un’attrazione che richiamerà in città visitatori.

“È stata collocata in Largo Mazzini perchè riteniamo essere la porta d’accesso della città. – spiega Massimiliano Longo, assessore alla Cultura del Comune di Monza -. Tutti coloro che passeranno da lì potranno pensare che a Monza è stato organizzato qualcosa in occasione del Natale. Tutto ciò avrà di conseguenza delle ricadute sul tessuto economico della città. Con i suoi 32 metri la “Grande Roue” è una delle più alte al mondo tra le ruote panoramiche smontabili. È un’attrazione vera e propria e non una giostra da luna park. Prima di arrivare a Monza è stata a Ginevra, a Montpellier, in Costa Azzurra e in Olanda”.

“Ci teniamo a precisare che la ruota panoramica in Largo Mazzini, la pista di pattinaggio in piazza Trento e Trieste e il Christmas Village in piazza Carducci non hanno avuto alcun peso sulle casse del comune, tutto è arrivato a costo zero – precisa il sindaco Allevi -. Addirittura sono loro a pagare noi per l’occupazione del suolo pubblico”.

Ma quanto è costata l’operazione Natale alle casse del comune? “Per non mettere le mani nelle tasche dei monzesi e dei commercianti – spiega il Sindaco – abbiamo lavorato con un pool di sedici partner commerciali che hanno finanziato con una cifra complessiva di oltre 275mila euro il “Christmas Monza”. Il Comune ha integrato questo investimento con 25mila euro, meno dell’8% del budget complessivo, provenienti dal capitolo di Bilancio per i servizi al commercio. A questa cifra vanno aggiunti i 60 mila euro per il videomapping dell’Arengario il cui affidamento è dovuto passare da un bando pubblico. Si tratta, in questo caso, di risorse provenienti dalla tassa di soggiorno, quindi destinate allo sviluppo del sistema turistico”.