Quantcast
Desio, la prima seduta di Consiglio con l’attacco di Forza Italia: “una giunta di destra-destra. Scelta scellerata” - MBNews
Politica

Desio, la prima seduta di Consiglio con l’attacco di Forza Italia: “una giunta di destra-destra. Scelta scellerata”

Il consigliere Samuele Costanza ha affermato che il proponente dell'accordo pre-ballottagio era stato proposto proprio da Simone Gargiulo

costanza desio forza italia

Un inizio non certo facile quello del Sindaco Simone Gargiulo. Dopo la presentazione ufficiale della nuova giunta, sabato sera, 6 novembre, si è svolta la prima seduta di consiglio che, come era prevedibile, non ha risparmiato colpi: in molti si aspettavano una battuta dalla ‘grande esclusa’, Forza Italia e il pubblico non è rimasto deluso.

E’ infatti il consigliere Samuel Costanza che riporta in auge la polemica non del tutto assopita dell’accordo pre-ballottaggio tra Gargiulo e Motta.

“Al giorno d’oggi la gente conosce  il prezzo di tutto e il valore di niente – apre così il suo intervento Costanza che arriva subito dritto al punto – il Sindaco ha rinnegato le sue stesse parole, facendo male a sé stesso, per il travaglio interiore derivante da questa scellerata scelta di formare una giunta che noi definiamo di destra-destra, ma anche ai tanti cittadini, elettori del nostro partito, che in massa si sono recati alle urne per dare il loro sostengo grazie a Forza Italia”.

E aggiunge: “il proponente dell’accordo è stato proprio il Sindaco, e non ha rispettato i patti. I comportamenti in politica si dimostrano anche da questo”. Per questo motivo, da Forza Italia è arrivato un voto di astensione per la nuova giunta.

Il consigliere Samuel Costanza, però, prima di chiudere, ci tiene a mettere in chiaro le cose: “noi staremo qui alla finestra e valuteremo di volta in volta le sue prossime mosse. Il Centro-destra governa unito sia in provincia che in Regione, così come nei Comuni più rappresentativi del territorio nazionale, e se a Desio non si è trovata una coesione per attivare questa coalizione, un motivo ci deve essere – e termina il discorso – se dai nostri banchi troveremo una destra riformista, noi saremo pronti a collaborare e a sostenere questa giunta, ma se di contro troveremo una destra populista, allora le nostre strade inevitabilmente si separeranno”.

Al momento nessuna replica da parte del Sindaco.