Quantcast
Cesano, riqualificato e riaperto il Parco del Liate. In primavera il secondo step dei lavori - MBNews
Aree verdi

Cesano, riqualificato e riaperto il Parco del Liate. In primavera il secondo step dei lavori fotogallery

Nuovi giochi, colorati, sicuri e inclusivi; una scatola del sapere e nuove panchine. Dopo la lunga attesa finalmente l'area pubblica può tornare ad accogliere bambini e famiglie in una veste tutta nuova

Sono i baffoni e il cappello del «Fattore del Lia’» ad accogliere i più piccoli e le famiglie all’interno dello spazio riqualificato e originale del Giardino del Liate, a Cesano Maderno, che dal 22 novembre scorso ha ufficialmente aperto i cancelli. Non una vera e propria inaugurazione, perché per quella bisogna aspettare la prossima primavera, ma uno step importante che i cittadini aspettavano da tempo, come anche i membri dell’Associazione Rione Liate, che da anni si occupano della manutenzione dell’area pubblica.

parco-del-Liate-ingresso-mb

Nuovi percorsi, nuove aree antitrauma, giochi colorati, sicuri e inclusivi, una “scatola del sapere” e nuove panchine. Queste tutte le novità che fanno parte del primo step della riqualificazione del Parco del Liate, presentato ufficialmente questa mattina, 24 novembre, dal vicesindaco Celestino Oltolini e l’archittetto Eros Colzani, alla presenza anche di Pinuccia Fumagalli, portavoce dell’Associazione Rione Liate.

Una notizia accolta da molti con entusiasmo anche se, la si aspettava da tempo. La fine della prima parte dei lavori, infatti, era prevista per luglio: “Putroppo abbiamo avuto problemi con la ditta e soprattutto ci sono stati dei ritardi nella consegna dei materiali – spiega il Vicesindaco – siamo comunque molto orgogliosi del progetto perché, non si tratta semplicemente di una sostituzione dei giochi, ma di una riqualifica dell’intera area, rendendola più bella. E devo dire che fondamentale è stata la collaborazione con i volontari dell’associazione”.

IL PARCO

100mila euro sono i soldi che l’Amministrazione ha destinato alla riqualificazione di questo parco  a cui i residenti del quartiere sono molto legati, in particolare le famiglie con bambini, ma in generale tutti gli abitanti anche per le attività e per le iniziative che tradizionalmente vi sono organizzate.

“ Qualche bambino è già passato di qui e ha provato i nuovi giochi – commenta Pinuccia Fumagalli – i residenti aspettavano con ansia la riapertura. Noi dell’Associazione del Rione, ora, aspettiamo con trepidazione invece il secondo step dei lavori perché non vediamo l’oro di poter ricominciare con tutte le nostre attività e iniziative, purtroppo ferme da due anni a causa della pandemia”.

E aggiunge: “per questo Natale, per esempio abbiamo deciso di rinunciare alle nostre tradizionali attività natalizie, come la slitta di Babbo Natale della Vigilia, per via dell’aumento dei contagi”

Ad illustrate i lavori fin’ora portati a termine, l’architetto Eros Colzani, esperto in architettura del paesaggio e in bioarchitettura, specialista in progettazione di architettura sostenibile e di edifici a basso consumo di energia.

Eros-Colzani-architetto-che-ha-studiato-il-progetto

“Il progetto è basato sul quel sentimento e quell’attaccamento a questo pezzo di terra rimasto in mezzo al costruito molto denso di questa zona della Brianza – spiega – il personaggio del Lià, per esempio, appartiene alla storia cesanese, perché si ispira ad un fattore che lavorava per i Borromeo. L’ intervento  si pone come obiettivo di caratterizzare il parco fornendo attraverso le scelte progettuali una identità ben definita e riconoscibile dai cittadini e dai fruitori grandi e piccini.

Dall’ingresso si svilupperà il percorso che conduce alle diverse parti del Parco: sarà costituito da una serie di stecche di colore giallo che ricordano la struttura di un metro a bacchette, elemento di richiamo alla presenza dei molti artigiani di mobili presenti nella zona.

Nell’area gioco 1 vi sarà un altalena inclusiva con cestone e struttura in legno, un gioco per l’arrampicata costituito da una parte di pavimentazione che salirà in rilevato di circa due metri. In altezza a modo di collinetta, lungo i pendii vi saranno fissate delle semisfere di diverso colore e diametro per permettere la scalata in sicurezza. In alto alla collinetta si troverà uno scivolo.

Giochi Parco del Liate

Nell’area gioco 2 si trovano una giostra girevole inclusiva con piano a filo pavimentazione che prenderà la posizione della vecchia giostra girevole, tre giochi su mollone saranno mantenuti e revisionati con la sostituzione della seduta ed un nuovo gioco costruito intorno al palo di calcestruzzo dell’illuminazione che con un insieme di 39 pali in alluminio colorato di diverse altezze costituiranno un gioco di agilità per i bambini denominato “foresta di pali”.

Una terza area per il gioco sarà oggetto di un intervento successivo per posizionare un gioco arrampicata per i bambini dai 6 ai 12 anni nei pressi dell’ingresso.

All’interno del Parco del Liate è stata posizionata anche una “scatola del sapere”:  un container di recupero (6 metri per una larghezza di 2,4 metri) dove è possibile  leggere  storie oppure mettere in scena piccoli spettacoli o dove poter vedere anche una proiezione e può essere utilizzato anche per attività ricreative differenti come il disegno avendo i gradoni come superficie di appoggio e seduta.

Scatola del sapere Parco del Liate mb

Nella prossima primavera sarà realizzato un secondo step che prevede la realizzazione di nuovi bagni, l’ampliamento dei giochi nell’area già predisposta in questa prima fase d’intervento, uno spazio ad orto e nuova illuminazione.

 

leggi anche
bambini giocare free web
Politica
Cesano Maderno, presto un’area giochi nuova per il parco del Liate
commenta