Testimonianze

Casa Famiglia Busnago: Regina, 96 anni, simbolo dell’adesione al vaccino: “Ci serve per star bene”

"La testimonianza della signora Regina deve essere di stimolo e di esempio per chi ancora avesse qualche dubbio rispetto alla bontà della scelta vaccinale".

rsa;  vaccino; covid

Adesione massiccia alla terza dose di vaccino anti Covid nella Casa Famiglia di Busnago. “Sono molto contenta di fare il vaccino, perché mi serve per star bene. Mi sono accostata a questo terzo ciclo con serenità e tranquillità dopo le prime due dose. Poi la dottoressa è stata molto brava e delicata”.

Le parole della Signora Regina Frigerio, 96 enne, ospite della Casa Famiglia di Busnago del Gruppo Sodalitas dal maggio del 2019, rappresentano una sintesi efficace dello stato d’animo e della convinzione con cui tutti i residenti della struttura socio sanitaria hanno partecipato a questo terzo atto della campagna vaccinale.

Parole d’esempio

“Siamo molto soddisfatti – commenta il Coordinatore Ugo Zorco – in quanto, solo proseguendo senza indugio lungo questo percorso, potremo tentare di garantire la necessaria protezione all’interno della nostra comunità. Pertanto, non possono che farci piacere le parole della signora Regina: la sua testimonianza deve essere di stimolo e di esempio per chi ancora avesse qualche dubbio rispetto alla bontà della scelta vaccinale”.

Adesione massiccia

Ad oggi, sui 97 ospiti presenti, la quasi totalità ha ricevuto la dose booster; per pochi occorrerà attendere il superamento dei giorni previsti dalla seconda dose, secondo le disposizioni ministeriali. Medesima situazione anche tra gli 83 operatori.

Prova di maturità

“Si tratta di un traguardo fondamentale che dimostra grande maturità da parte di tutto il mondo della nostra Casa Famiglia. Viene inoltre riconosciuto il lavoro di sensibilizzazione e comunicazione che la Direzione di Sodalitas ha avviato da tempo. Occorre, comunque, proseguire, continuando con rigore e puntualità nell’applicazione delle regole di prevenzione. Lo spazio però per ritornare a progettare, programmare con un po’ più di serenità c’è e le parole della Signora Regina sono lì a ricordarcelo”.

commenta