Quantcast
Centri di aggregazione giovanile, dopo il covid ripartono le attività de Il Melograno - MBNews

Centri di aggregazione giovanile, dopo il covid ripartono le attività de Il Melograno

Il Melograno a Carugate, Villasanta e Cernusco sul Naviglio, musica, corsi di autodifesa, sport, spazio compiti: le tante occasioni per vivere l’adolescenza, serenamente e lontano dalla strada

Il-melograno-01

Un’offerta ricca che dopo le fasi più acute della pandemia e dei lockdown mette a disposizione di decine di ragazze e ragazzi residenti in 3 comuni della Brianza e del Milanese tante occasioni di socialità, spazi compiti e creatività come antidoto alla solitudine e ai rischi della vita di strada. E’ ripartita in questi giorni l’attività dei Centri di aggregazione giovanile (CAG) gestita dalle equipe della Cooperativa sociale Il Melograno di Segrate, attiva dal 1999 nei servizi alle persone e alle comunità, di cui beneficeranno più di un centinaio di adolescenti dei comuni di Villasanta, in provincia di Monza, e di Carugate e Cernusco sul Naviglio nel milanese.

Un’attività educante, svolta in stretta connessione con i Servizi sociali dei rispettivi enti locali, sempre più necessaria dopo i mesi di clausura imposti dal Covid che tra gli effetti negativi ha anche aumentato le condizioni di disagio adolescenziale e preadolescenziale, soprattutto tra le fasce sociali meno abbienti e più esposte al rischio povertà che rischia a sua volta di amplificare i nuovi malesseri.

A Villasanta sarà inaugurata il 17 novembre alle 15.30 in via Mameli la nuova sede del CAG cittadino, il “Ci.vi.co”, e tra le prime proposte rivolte ai ragazzi ci sarà quella di creare il logo del centro allestito negli spazi messi a disposizione dall’amministrazione comunale in modo che sia riconoscibile dalla comunità giovanile. Ci.vi.co.villasanta è l’account Instagram per rimanere aggiornati. Obiettivo del CAG di Villasanta e dei progetti targati Il Melograno, è di favorire il protagonismo giovanile, integrare i ragazzi a rischio marginalità e con fragilità con ragazzi con più solidità e strumenti, e di promuovere la trattazione in diverse modalità di temi sociali importanti, come la lotta alla violenza di genere e alle discriminazioni gender e a quelli ambientali.

E’ ripartita invece l’11 novembre dopo un lungo periodo di chiusura legato in parte anche alla ristrutturazione degli spazi, l’attività di “Labirinto”, il CAG di Cernusco sul Naviglio, disponibile e aperto tutti i pomeriggi dalle 14.30 alle 16.30, frequentabile anche nelle serate del martedì e del giovedì fino alle 23 per attività ludiche, creative e ricreative. Al Labirinto i giovani potranno inoltre frequentare presto due nuovi corsi, di videomaking e di autodifesa femminile, mentre per Natale sarà organizzata una grande festa. Cag.labirintocernusco è l’account Instagram per rimanere in contatto. Il CAG di Carugate, “E.P.Centro”, ha già all’attivo un concerto a fine ottobre di una giovane band formatasi sui banchi di scuola per dare libero sfogo alla passione rock, e un torneo di calcetto svoltosi nell’ultimo fine settimana che ha visto la partecipazione di tanti giovani.

I Centri di aggregazione giovanile hanno l’obiettivo di dare un aiuto in più ai ragazzi che vi si rivolgono, mettendo a disposizione occasioni di crescita che permettano di superare eventuali limiti posti dalle condizioni culturali, sociali, economiche ed educative di ciascuno. Per troppe ragazze e troppi ragazzi ancora oggi il futuro sembra sempre più vincolato alle condizioni di partenza: dove nasci, dove vivi, dove studi, da dove viene la tua famiglia. Obiettivo dei progetti de Il Melograno è di aiutare gli adolescenti a decidere con maggiore consapevolezza il proprio destino.