Quantcast
Monza e Brianza, scuola e trasporti a rischio: indetto sciopero generale l'11 ottobre - MBNews
Economia

Monza e Brianza, scuola e trasporti a rischio: indetto sciopero generale l’11 ottobre

Lunedì 11 ottobre anche nei servizi comunali di Monza e Brianza potranno verificarsi dei disagi per i cittadini a causa di uno sciopero nazionale generale per l'intera giornata.

Trenord-disagi-Covid-mb

Lunedì 11 ottobre anche nei servizi comunali di Monza e Brianza potranno verificarsi dei disagi per i cittadini a causa di uno sciopero nazionale generale per l’intera giornata.

SCIOPERO GENERALE: LE RICHIESTE DELLE SIGLE SINDACALI

Le Organizzazioni Sindacali Adl Cobas, Cib Unicobas, Clap, Confederazione Cobas, Cobas Scuola Sardegna, Cub, Fuori Mercato, Sgb, Si Cobas, Sial Cobas, Slai Cobas Per Il Sindacato Di classe, Usb, Usi Cit, Flmu, Al Cobas, Sol Cobas, Soa, Usi,Unicobas Scuola e Università hanno indetto uno sciopero generale nazionale di tutti i settori pubblici e privati per l’intera giornata del 11 ottobre 2021.

“Nel corso della pandemia l’Unione Europea é passata da politiche restrittive a politiche espansive. Il Recovery Fund con l’emissione di Eurobond ha avviato una politica economica incentrata sulla spesa pubblica in deficit, in controtendenza rispetto alla fase dell’”austerità”. Tale svolta va resa strutturale, a partire dalla cancellazione del debito pubblico detenuto dalla BCE e dalle Banche centrali nazionali, che per l’Italia ammonta al 20% del debito complessivo. Ma il PNRR  italiano e degli altri paesi non costituisce invece una svolta nell’uso pubblico e sociale dell’ingente massa di denaro” spiegano in una nota i Cobas.

 Con lo sciopero generale dell’11 ottobre i sindacati riuniti puntano ad una radicale inversione di tendenza in tale uso, rivendicando: “la riduzione del tempo di lavoro a parità di salario per contrastare la disoccupazione dovuta all’informatizzazione e robotizzazione della produzione; un lavoro di qualità in termini di diritti, con il contratto a tempo indeterminato come regola generale, l’innalzamento dei salari reali e un salario minimo europeo, l’abolizione del Jobs Act e della riforma Fornero; parità salariale per le donne; no allo sblocco dei licenziamenti e alla sospensione del reddito per mancanza di Green pass; sì alla soppressione di appalti e subappalti, con internalizzazioni a partire dal pubblico impiego; rivalutazione delle pensioni attuali e pensioni pubbliche garantite ai giovani: un reddito universale, esteso anche alle/ai migranti, che rafforzi il potere contrattuale dei  lavoratori/trici; il rafforzamento dei sistemi ispettivi e del ruolo delle RLS, per una reale sicurezza sul lavoro, maggiori  sanzioni per i datori di lavoro inadempienti; un’inversione di tendenza rispetto ai disastri ecologici e al cambiamento climatico provocati dal capitalismo, evitando operazioni di green washing; il rilancio dello Stato sociale.

SCIOPERO GENERALE, TRASPORTI A RISCHIO: ECCO LE FASCE ORARIO GARANTITE

Anche i sindacati CUB Trasporti, SGB, COBAS e USB Lavoro Privato hanno aderito allo Sciopero Generale di tutte le categorie pubbliche e private, dalle ore 21:00 del giorno 10 ottobre 2021 alle ore 21:00 del giorno 11 ottobre 2021, che coinvolge anche il settore del trasporto ferroviario.

Pertanto, il Servizio Regionale, Suburbano, la Lunga Percorrenza e il servizio Aeroportuale, potranno subire variazioni e/o cancellazioni.

Saranno in vigore le consuete fasce orarie di garanzia, dalle ore 06:00 alle ore 09:00 e dalle ore 18:00 alle ore 21:00, durante le quali viaggeranno i treni compresi nella lista dei “Servizi Minimi Garantiti” la cui visualizzazione è possibile attraverso il link: www.trenord.it/assistenza/informazioni-utili/in-caso-di-sciopero.

Domenica 10 ottobre, viaggeranno i treni con partenza prevista da Orario Ufficiale entro le ore 21:00 e che abbiano arrivo nella destinazione finale entro le ore 22:00.

Inoltre, per i soli treni circolanti sulla rete FerrovieNord, potranno verificarsi ripercussioni fino alle 24:00 del giorno 11 ottobre 2021, a causa di uno sciopero concomitante, al quale potrebbe aderire esclusivamente il personale del gestore dell’infrastruttura ferroviaria FERROVIENORD S.p.A.

Nel caso di non effettuazione dei treni del servizio aeroportuale e Malpensa Express, saranno istituiti: autobus a Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto per i soli collegamenti aeroportuali tra “Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto” (senza fermate intermedie). Da Milano Cadorna gli autobus partiranno da via Paleocapa 1. Autobus a Stabio e Malpensa Aeroporto per garantire il collegamento aereoportuale S50 “Malpensa Aeroporto – Stabio” (senza fermate intermedie).

Maggiori dettagli saranno disponibili sul sito www.trenord.it o seguendo gli aggiornamenti sulla circolazione dei treni in “real-time” tramite la App.