Quantcast
Il consigliere Piffer, Monumento ai Caduti: "I rifiuti vanno bene, le persone sedute no?" - MBNews
Politica

Il consigliere Piffer, Monumento ai Caduti: “I rifiuti vanno bene, le persone sedute no?”

Per il momento la polemica resta in appesa ai social. Dal Comune nessuna replica.

Monumero ai caduti Monza Fb

Il Monumento ai Caduti del centro di Monza torna a far discutere. Il divieto di accesso alle scalinate e l’immondizia sembrano due argomenti apparentemente slegati, in realtà sono il nocciolo della polemica. A portare avanti la questione, direttamente sui social con tanto di foto documento, è il capogruppo di Civicamente, Paolo Piffer: “Un regolamento comunale assurdo vieta ad adulti e bambini di stare sulle scale del Monumento ai Caduti di piazza Trento e Trieste, dicono che è irrispettoso. Poi ogni volta che c’è il mercato succede questo (si riempie di rifiuti). Anche se per poche ore mi chiedo come sia tollerabile da chi ritiene quei gradini sacri. E allora tu cosa faresti? cit.”.

Piffer continua e in un certo senso si risponde da solo, affermando: “Leverei quel divieto assurdo e permetterei a tutti i cittadini di godersi, sempre in modo civile, la piazza più importante della nostra città. Non c’è nulla di irrispettoso in un bambino che corre o che si mangia un gelato insieme alla mamma. Secondo me anche i Caduti sarebbero più felici”.

La polemica è stata in parte condivisa dagli utenti social, tuttavia diversi cittadini hanno affermato che il divieto è sacrosanto. “I bambini hanno altre aree a disposizione in cui poter giocare e correre”. Qualcuno ha sottolineato inoltre che forse è “sbagliato paragonare le due situazioni, l’immondizia del mercato viene accatastata e a fine di esso è previsto un giro di pulizia, per i ragazzi che bivaccano lasciando per noncuranza, leggerezza e spesso grande maleducazione, sporcizia non è prevista una pulizia quotidiana”.

E sempre a proposito di immondizia, c’è chi propone una soluzione molto pratica ed efficace: l’utilizzo di grossi contenitori per la raccolta differenziata da posizionare alle spalle delle bancarelle del mercato.

Insomma, per il momento la polemica resta appesa ai social. Dal Comune (contattato) nessuna replica.

Foto: Facebook