Quantcast
Lissone, al via il progetto A. S. S. I. S. T. atto a sostenere lo sport inclusivo - MBNews
Sport

Lissone, al via il progetto A. S. S. I. S. T. atto a sostenere lo sport inclusivo

Condiviso da Polisportiva Virtus Lissone, Rotary Club Monza Nord Lissone e Cooperativa Sociale “La Grande Casa”, è volto a favorire l'inclusione dei bambini, soprattutto i più fragili, attraverso lo sport.

Comune-Lissone-fronte-mb

Pieno supporto a un’iniziativa sportiva pensata per bambine e bambini, nella quale il gioco diventa il mezzo per favorire l’inclusione. Un progetto che tiene in considerazione le caratteristiche di ognuno, al di là delle loro fatiche, valorizzando i loro punti di forza.

Il Comune di Lissone sostiene lo sport inclusivo conferendo il proprio patrocinio al progetto A.S.S.I.S.T. promosso da Polisportiva Virtus Lissone, Cooperativa sociale La Grande Casa e Rotary Club Monza Nord Lissone.

Il progetto pilota si pone l’obiettivo di favorire l’inclusione di bambini e ragazzi fragili attraverso lo sport e verrà presentato ufficialmente sabato 23 ottobre alle ore 10 presso l’oratorio della Parrocchia Madonna di Lourdes di via Baccelli; solo in caso di maltempo, la presentazione si terrà nel Palazzetto Ripamonti di via Tarra a Santa Margherita.

Il progetto coinvolgerà circa 20 bambini compresi tra l’ultimo grado della scuola dell’infanzia e il primo anno della secondaria di secondo grado.

Ambizioso l’obiettivo del progetto che, attraverso personale specializzato (una analista del comportamento, educatori professionali, allenatori volontari adeguatamente formati) vuole condurre i partecipanti, suddivisi in gruppi e accompagnati dai rispettivi genitori, in un percorso educativo che avrà una durata di 30 settimane, con l’obiettivo di aumentare le opportunità di socializzazione e integrazione attraverso le attività sportive e di gioco.

Al termine del progetto pilota la relazione finale misurerà i progressi raggiunti dal gruppo dei partecipanti, valuterà l’opportunità di introdurre modifiche rispetto alla impostazione iniziale e potrà migliorare eventuali repliche.

L’Amministrazione Comunale ha compiuto ogni sforzo per favorire la nascita e lo sviluppo del progetto” – affermano il sindaco di Lissone Concettina Monguzzi e gli assessori Renzo Perego e Anna Maria Mariani -.

Desideriamo ringraziare Daniele Ferraina di ASSIST che ha proposto l’iniziativa e con tenacia ha seguito tutto il percorso coinvolgendo tante persone. Il nostro ringraziamento va alla Polisportiva Virtus che ha accettato di mettere a disposizione il proprio campo, i propri allenatori e non solo.

Un merito particolare va al Rotary Club Monza Nord Lissone, con in testa il suo presidente Silvana Riboldi, che ha deciso con ammirevole generosità di sostenere la spesa per il personale specializzato. Siamo solo all’inizio di questa straordinaria avventura, ci auguriamo che numerose altre società sportive lissonesi aderiscano all’iniziativa e che per il futuro si consolidino forme continue di finanziamento. Lo sport inclusivo è uno dei nostri principali modi di essere e di fare a favore della cittadinanza e ad esso questa Amministrazione Comunale dedica una particolare attenzione”.