Politica

Seveso: ultime battute dei candidati prima di andare alle urne

A Seveso tutto pronto per il voto, in lizza 4 candidati: Gianluigi Malerba, Massimiliano Albericci (M5S) e Alessia Borroni , oltre all'ex sindaco Luca Allievi. Abbiamo raccolto il loro invito al voto.

seveso-municipio-40anni-mb

Seveso è pronta per il voto, e lunedì, 4 ottobre, salvo ballottaggio, avrà un sindaco. Questo perché come noto tra tutti i municipi della Brianza pronti a spalancare le urne, nel dettaglio 10, Seveso è l’unico oggi a non avere un sindaco, in seguito alle dimissioni, a causa della questione sulle vasche contenenti i rifiuti contaminati da diossina, dell’ex sindaco di centrodestra Luca Allievi, ricandidatosi in questa tornata elettorale come indipendente (Allievi Sindaco).

“Mi ricandido per continuare il buon lavoro e il buon governo fatto in questi 3 anni, interrotto, purtroppo, a causa della mancanza di fiducia della mia precedente maggioranza, o almeno di parte di essa, nella volontà di andare a fondo riguardo a un problema importante che riguardava la salute pubblica. In questi anni abbiamo fatto un ottimo lavoro, a partire delle riasfaltature, abbiamo riqualificato gli edifici scolastici, abbiamo cominciato a riqualificare i parchi cittadini, come il Parco del Gaggin che è diventato oggi un parco inclusivo e se avrò modo, entro il 2023, finiremo di riqualificare tutti i parchi comunali, abbiamo fatto tanto altro per l’inclusione come gli attraversamenti pedonali per non vedenti, 1 già realizzato e 5 appaltati. Insomma tutti interventi volti a migliorare la comunità, cosa che ho intenzione di continuare a fare se rieletto”.

A contendergli il ruolo ben altri 3 candidati: Gianluigi Malerba (Pd, civica Butti, Seveso Futura), Massimiliano Albericci (M5S) e Alessia Borroni (Lega, FdI, FI, Viviamo Seveso).

Malerba, candidato del centrosinistra, sulla sua pagina Facebook, rivolgendosi agli elettori per le ultime battute pre-elettorali, ha promesso di occuparsi di Villa Dho, destinando La Petitosa agli anziani e il parco ai bambini, di rimettere in sicurezza le strade e i marciapiedi delle località Maredo e Barruccana, senza dimenticarsi del centro, come luogo da ridisegnare per mezzo di un concorso di idee internazionale per dare un nuovo volto moderno e funzionale a Seveso. Oltre ad aver promesso di destinare alla scienza e alla cultura l’edificio della Fondazione Lombardia per l’Ambiente, nato come opera compensatoria per il disastro Icmesa, è oggi abbandonato al degrado.

La candidata del centrodestra Borroni, si è così rivolta ai suoi potenziali elettori “Mi appello alla coscienza del diritto al voto di ognuno. Un voto deve essere utile per sé e per tutta la comunità. Mi dedicherò con passione e tenacia a mantenere equilibrio nella squadra, nella coalizione che mi ha scelto. La mia è una squadra giovane pronta ad affrontare unita le sfide e agire sui problemi di Seveso. Non promettiamo l’impossibile, dico che sarà un percorso impegnativo ma realizzabile. Votarmi significa affidarsi a qualcuno che è capace di trovare le soluzioni con il sorriso e con la capacità di ascolto e di dialogo: un progetto futuro per una comunità che cresce senza lasciare indietro nessuno. Tante idee, tante attenzioni, tanto entusiasmo e concretezza. Dare la preferenza a me significa esprimere un voto utile: intendiamo la politica come servizio ai cittadini, senza personalismi, capace di guardare lontano. Tutti insieme.”

Mentre Albericci, in corsa al municipio per i 5 stelle, raggiunto al telefono per una dichiarazione, si è espresso dichiarando come avrà, in caso di vittoria, una particolare attenzione alla scuola: sia alla scuola primaria sia a quella secondaria di primo e secondo grado (il candidato è già stato componente della Commissione Istruzione dal 2018 al 2021 nell’amministrazione Allievi) oltre a portare in comune la sua esperienza come facility manager aziendale “il mio lavoro consiste nella progettazione, implementazione e controllo attraverso il quale le facility sono individuate, specificate, reperite ed erogate creando un ambiente di lavoro di qualità con una spesa il più possibile contenuta, la stessa cosa sarei ben felice di poterla fare per Seveso. Insomma quello che vogliamo fare è proporci, senza coalizione, in alternativa a chi ha già più volte avuto occasione e modo di governare Seveso, senza grande successo.”