Quantcast
Brianza per il Cuore: spazi ospedalieri più gradevoli con informazioni utili ai pazienti in attesa - MBNews

Brianza per il Cuore: spazi ospedalieri più gradevoli con informazioni utili ai pazienti in attesa

Stili di vita e fattori di rischio, quando un poster di Brianza per il cuore ti aiuta a capire e prevenire.

Poster Brianza per il Cuore 2

Non solo apparecchiature ma anche “strumenti” di conoscenza che informano sugli stili di vita corretti e sui fattori di rischio, rendendo più accoglienti gli ambienti ospedalieri. Brianza per il Cuore si è messa ancora una volta a disposizione dell’ospedale San Gerardo di Monza, preparando una serie di poster da appendere in Pronto Soccorso, nei reparti di Cardiologia e Cardiochirurgia, negli ambulatori della Palazzina Accoglienza, in Elettrofisiologia e Unità Coronarica.

L’obiettivo è duplice: far sì che gli utenti in attesa possano essere informati sui rischi cardiaci provocati per esempio da fumo, stress, sostanze da abuso, ma anche sulle cause dell’infarto miocardico, sui comportamenti corretti in caso di ipercolesterolemia o ipertensione arteriosa, o ancora diabete, obesità e sedentarietà con tutti i numeri di riferimento in caso di necessità e al contempo rendere i muri di alcuni settori del nosocomio più gradevoli.

In Pronto Soccorso, dove le sale di attesa sono molteplici, i poster sono più numerosi, ben 45: oltre alle “istruzioni per l’uso” proprio del Pronto Soccorso, dedicato alle urgenze e alle emergenze sanitarie, ci sono poster anche sulla violenza sulle donne, sulle manovre salvavita, sulla disostruzione pediatrica, nozioni utili a tutti.

“Avevamo già predisposto questo tipo di informativa dedicata ai pazienti già in passato – sottolinea la Presidente di Brianza per il Cuore Laura Colombo – ma con il passare del tempo i poster erano diventati obsoleti, sbiaditi e in alcuni casi danneggiati. Abbiamo quindi raccolto la richiesta degli operatori dell’Ospedale San Gerardo di aggiornare i manifesti con contenuti e informazioni a disposizione di tutti, con una linea grafica più moderna, al passo con i tempi e soprattutto di facile intuizione. Un modo per far sentire la nostra associazione più vicina agli utenti che quotidianamente frequentano l’ospedale”.