Quantcast
"Un SorRISO contro la Sla": torna a Monza in Arengario la risottata benefica - MBNews
Sociale

“Un SorRISO contro la Sla”: torna a Monza in Arengario la risottata benefica

Sabato 2 ottobre in Piazza Roma si terrà la sesta edizione della "risottata" benefica per la lotta contro la SLA.

risotto-freeweb

Tre risotti per sostenere la ricerca. Anche quest’anno si terrà a Monza la 6ª edizione della “risottata” benefica per sostenere la lotta contro la SLA. L’evento, che torna in presenza dopo le limitazioni dello scorso anno dovuto alla pandemia, si svolgerà il 2 ottobre, in Piazza Roma davanti all’Arengario, nella collocazione storica delle prime quattro edizioni.

Sabato i risotti cominceranno ad essere serviti a partire dalle 11.00, il servizio proseguirà fino alle ore serali. Quest’anno verranno proposte tre ricette: risotto con fragole e aceto balsamico, panissa vercellese, ovvero riso, fagioli, salsiccia e pancetta e risotto con taleggio, cipolla caramellata e noci. Sarà inoltre possibile acquistare un risotto e un bicchiere di vino all’economico prezzo di 6 euro. I proventi della “Un SorRISO contro la Sla” verranno devolti al Centro Clinico NeMO di Milano e alla SLAncio di Monza.

“Siamo molto contenti di poter organizzare l’evento di nuovo all’aperto – dice Lele Duse della “Ti Dò Una Mano” onlus che organizza l’evento -. Ho ricevuto molte richieste e sono convinto che i monzesi apprezzeranno”.

Gli ultimi 18 mesi di pandemia sono stati difficili per tutti, in special modo per i malati cronici e terminali. Le organizzazioni che si occupano del sostegno ai malati di SLA, come il Centro NeMO e la SLAncio, sono state particolarmente colpite nella capacità di raccogliere donazioni. Con un ottimo risotto ed un buon bicchiere di vino, contribuirete al sostegno di molti malati di SLA”, afferma Julius Neumann, da 14 anni malato di SLA e membro del gruppo che organizza l’evento.

La risottata è possibile grazie al patrocinio del Comune di Monza, la Fondazione Monza Brianza, la Pattuglia Colico ed al sostegno di molte aziende locali.

Per informazioni contattare: juneuman@gmail.com

In apertura foto d’archivio