23 Settembre 2021 Segnala una notizia
Pedemontana, sbloccati i lavori. Castelli: “è la green highway di cui cittadini e ambiente hanno bisogno”

Pedemontana, sbloccati i lavori. Castelli: “è la green highway di cui cittadini e ambiente hanno bisogno”

3 Settembre 2021

Si è svolta questa mattina, 3 settembre, la conferenza stampa a Palazzo Lombardia per illustrare la situazione relativa alla realizzazione di Pedemontana a seguito dello sblocco lavori della tratta lombarda, ovvero del collegamento autostradale Dalmine-Como-Varese-Valico del Gaggiolo. Un investimento da 1,7 miliardi e una fine lavori prevista per le Olimpiadi invernali del 2026.

Presenti all’incontro  il Presidente della Regione, Attilio Fontana, il viceministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile Alessandro Morelli e il presidente di APL (Autostrada Pedemontana Lombarda), Roberto Castelli.

“Quando iniziammo la nostra attività amministrativa la situazione era davvero complessa, c’era una causa di un contenzioso con la società austriaca Strabag che ci impediva di fatto di poter anche solo pensare di proseguire con l’attività – apre Attilio Fontana – ma, ora finalmente, grazie al lavoro di tutti, le problematiche sono state appianate e a questo punto possiamo iniziare a guardare alla riapertura dei cantieri”.

Con questo sblocco dei cantieri saranno realizzate la tratta B2 (12,7chilometri da Lentate sul Seveso a Cesano Maderno) e tratta C (20 chilometri, da Cesano alla tangenziale est di Milano). A realizzare l’opera sarà un consorzio con Webuild e Pizzarotti.

L’autostrada “green”

Il Presidente poi passa ai ringraziamenti, in particolare al Ministro Cingolani “che ha rilasciato un importante documento – spiega – dal quale risulta la sostenibilità ambientale dell’opera. Spero che questo serva a smorzare le polemiche, che sinceramente non ho capito, mosse anche da alcuni rappresentati regionali i quali dicono che si tratta di una grave violazione ambientale”

E aggiunge: “noi abbiamo anche la convenzione di BEI (Banca Europea Investimenti, ndr) che pone come condizione essenziale per il finanziamento proprio la sostenibilità dell’opera. Quindi, se Pedemontana, come accusano, non avesse avuto tali requisiti BEI non ci avrebbe sicuramente finanziato”.

Sul tema dei finanziamenti e dei soldi spesi per la realizzazione dell’Autostrada, si collega anche Roberto Castelli, Presidente di APL: “ho sentito tantissime polemiche riguardo allo spreco di denaro pubblico e dirottamento di risosre – commenta – vi voglio dire una cosa: al di là dei 364milioni di euro che ora abbiamo come equity, il resto è tutto denaro preso a prestito. Pedemontana quindi non costa nulla al cittadino, o comunque costa molto poco”.

Anche Castelli, poi, torna a sottolineare la sostenibilità dell’opera per rispondere alle moltissime critiche mosse contro Pedemontana, e lo fa mostrando dei grafici che prendono come esempio lo svincolo di Desio. Il Presidente mostra come, tutto il traffico che oggi vive nei centri urbani si sposterà poi su Pedemontana, nei tratti con galleria e quindi, dove l’inquinamento acustico e ambientale, non sarà diffuso.

“Tutto il traffico che ora c’è nelle vie cittadine verrà smaltito – spiega – e questo significa anche regalare maggiore sicurezza ai bambini che vanno a scuola, alle mamme che escono con i neonati in carrozzina. Basta con le polemiche sulla poca sostenibilità dell’opera, io lancerei un nuovo slogan per Pedemontana: “APL green highway”.

Insomma, tutti d’accordo in conferenza stampa, che l’Autostrada Lombarda sarà un bene per l’ambiente e il cittadino, come conferma anche il viceministro Alessandro Morelli: “bisogna pensare a come sarà la vita di tutti noi tra qualche anno, quando Pedemontana ci permetterà di fare decine o anche centinai di chilometri in tempi che meglio rispettano la nostra vita moderna – spiega – questo si traduce in una cosa semplice: ci si mette meno tempo per tornare a casa dal lavoro, e quindi si avrà più tempo per stare con la propria famiglia oppure dedicarsi alle proprie passione. Quindi non solo sostenibilità ambientale, Pedemontana è un bene per tutti”.

Non solo green ma anche “smart”

Le nuove tratte saranno vere e proprie “smart road” e saranno innovative anche in previsione della futura manutenzione. Il progetto sviluppato da Webuild, infatti,  tiene conto della possibilità di transito anche di veicoli a guida autonoma. È prevista, per questo, l’installazione sul tratto autostradale di sistemi di trasporto intelligenti cooperativi (Cooperative Intelligent Transport Systems – C-ITS) e l’utilizzo di tecnologie che consentiranno ai veicoli di comunicare con l’infrastruttura a bordo strada. La smart road avrà poi,  in particolare, funzionalità innovative come la segnalazione di incidenti, cantieri, ostacoli in carreggiata e veicoli contromano, o anche la gestione dinamica delle corsie stradali, la ripetizione a bordo veicolo dei segnali stradali e dei limiti di velocità, o ancora la raccolta ed elaborazione di dati sulle condizioni di traffico.

I dati 

Il Consiglio di Amministrazione di APL ha aggiudicato sia la gara di finanziamento, per un ammontare complessivo di 1.741.000.000 di euro sia la gara di affidamento a Contraente Generale.

I finanziatori del progetto sono un pool di Banche Commerciali unitamente a Cassa Depositi e Prestiti Spa e BEI, con il fondamentale supporto di Regione Lombardia quale socio di riferimento. Essendo stata rispettata la scadenza del 31 agosto, sarà possibile fruire della defiscalizzazione come da atto aggiuntivo n. 2 alla Convenzione Unica approvato dal CIPESS. Tutte le operazioni necessarie al closing finanziario si sono concluse nella tarda serata di ieri.

A seguito della procedura di gara, il 31 agosto APL ha sottoscritto un finanziamento di 1.741.000.000 di euro che include: un finanziamento di complessivi 963.000.000 di euro della durata di 10 anni concesso dal consorzio costituito da Banco BPM, Intesa Sanpaolo (mandataria), J.P.Morgan, MPS Capital Services Banca per le Imprese e UniCredit e dai finanziatori istituzionali Banca Europea degli Investimenti e Cassa Depositi e Prestiti con una quota di circa il 42%; un finanziamento di complessivi 678.000.000 di euro della durata di 23 anni interamente sottoscritto da Banca Europea degli Investimenti (Bei) e Cassa Depositi e Prestiti, col fondamentale supporto della Regione Lombardia in qualità di socio di riferimento; una linea di firma di 100.000.000 di euro messa a disposizione da Intesa Sanpaolo, UniCredit, Banco BPM, MPS Capital Services.
Intesa Sanpaolo svolge il ruolo di Intercreditor Agent e di Facility Agent nonché quello di banca depositaria.

L’importo complessivo di 1.741.000.000 di euro costituisce la provvista finanziaria necessaria alla costruzione delle tratte B2 e C dell’Autostrada Pedemontana Lombarda. L’apertura dei cantieri è prevista per la seconda metà del 2022 previa elaborazione del progetto esecutivo da parte del Contraente Generale. Il termine dei lavori è previsto per la seconda metà del 2025.
Il Consiglio di Amministrazione di APL ha aggiudicato la gara per la realizzazione delle tratte B2 e C al Contraente Generale individuato nel Raggruppamento Temporaneo di Imprese tra Webuild Spa, mandataria e la mandante Impresa Pizzarotti & C. Spa per un importo complessivo del contratto di 1.259.552.384 di euro.

Riguarda la diretta della Conferenza Stampa

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Melissa Ceccon
Laureata in Lingue e Letterature Straniere alla Cattolica di Milano. Mamma e moglie. Scrivo sempre e da sempre: nel 2008, il mio primo articolo di cronaca locale. Da allora, non ho più smesso. Sul web racconto anche di libri e di mamme. Nella mia borsa non mancano mai: un romanzo, una penna, un blocco per gli appunti e lo smartphone per catturare immagini e video delle notizie più interessanti.


Articoli più letti di oggi