Quantcast
Mercato Centrale di Milano: il 2 settembre il taglio del nastro - MBNews

Mercato Centrale di Milano: il 2 settembre il taglio del nastro

Tra le botteghe ci sarà anche L’american barbecue di Joe Bastianich al Mercato Centrale di Milano.

Mercato Centrale Milano

In piazza Duca d’Aosta, dove si erge la Stazione Centrale, nel cuore del capoluogo lombardo, centro nevralgico della moda, del design, dell’inclusione, nasce il Mercato Centrale Milano. Dopo i ritardi dovuti alla pandemia, l’inaugurazione è prevista per domani, giovedì 2 settembre 2021. Il taglio del nastro è fissato per le 18.30. Due piani, 32 botteghe, uno Spazio Fare per gli incontri, le presentazioni, gli eventi e molto altro ancora. Ma ancor prima il nuovo mercato darà voce agli artigiani, cuore pulsante dell’intero progetto.

Gli spazi del Mercato Centrale Milano

Il Mercato Centrale di Milano sarà uno spazio enorme di 4.500 metri quadrati sviluppati su due piani. Nelle botteghe di artigiani presenti all’interno si potranno acquistare prodotti di alta qualità e gustarli sul posto, oppure portarli via. “Il Mercato è pensato come un luogo di scambio molto articolato fra commercio e comunità che, come in passato, funge da spazio in cui fare acquisti e socializzare allo stesso tempo”, spiega Umberto Montano, presidente e fondatore di Mercato Centrale.

Gli artigiani del Mercato Centrale Milano

E proprio a proposito di artigiani, ecco di seguito quali saranno i protagonisti del Mercato Centrale di Milano:

Il succo e il verde – Cesare Cacciapuoti e Nicolò De Gregorio

Il pane e i dolci – Davide Longoni

Il mulino – Mattia Giardini e Alberto Iossetti

I ravioli cinesi – Agie Zhou

La sfogliatella napoletana – Sabato Sessa

Il tartufo – Luciano Savini

La birreria – Luigi Moretti

La pasticceria – Vincenzo Santoro

Il gelato e il cioccolato – Riccardo Ronchi ed Edoardo Patrone

Il riso – Sergio Barzetti

La pizza – Giovanni Mineo e Simone Lombardi

La carne e i salumi – Fausto Savigni

L’hamburger di Chianina – Enrico Lagorio

Il girarrosto – Alessandro Baronti

L’enoteca – Tannico

La pasta fresca – Famiglia Michelis

La cucina di pesce – Ruggero Orlando

Il cocktail bar – Flavio Angiolillo

Il fish bar – Jérémie Depruneaux

Il ristorante – Piero e Luca Landi

La scuola di cucina – Alessio Leporatti

Il laboratorio radiofonico – Alessio Bertallot

Il mercatino biologico – Tommaso Carioni

Il caseificio – Tommaso Carioni

La gastronomia genovese – Marco Bruni

L’american barbecue – Joe Bastianich

Il bollito e il lampredotto – Giacomo Trapani

I fiori e le piante – Rosalba Piccinni

 

Oltre al cibo, uno spazio di socialità

Il nuovo Mercato Centrale di Milano, oltre a essere un punto di riferimento per la ristorazione di qualità, vuole essere anche un luogo di socializzazione, nonché un incubatore di progetti culturali. Proprio per questo saranno presenti anche realtà non direttamente legate alla vendita e alla somministrazione di cibo, come la scuola di cucina di Alessio Leporatti di Florencetown e il laboratorio radiofonico con Alessio Bertallot, autore, conduttore radiofonico, dj, già direttore artistico di Radio Mercato Centrale.

Ci sarà anche Bertallot che sarà alla guida di una vera e propria bottega culturale in cui saranno ospitati i personaggi della scena artistica milanese e nazionale.