22 Ottobre 2021 Segnala una notizia
Elezioni 2021 a Desio, la candidata Moro: “Il programma parte dall’ascolto dei bisogni”

Elezioni 2021 a Desio, la candidata Moro: “Il programma parte dall’ascolto dei bisogni”

5 Settembre 2021

Libera, coraggiosa, vicina a te erano espressioni già presenti nello slogan che caratterizza sin dall’inizio la campagna elettorale per le prossime elezioni comunali a Desio della candidata sindaca Jennifer Moro, sostenuta da Partito DemocraticoDesio Viva, Sinistra Per Desio e Desio Libera. Ora, in vita dell’appuntamento con le urne, in programma il prossimo 3 e 4 ottobre, si aggiunge, nella sua chiarezza, un’altra parola chiave: bisogno.

“Come forze politiche abbiamo governato per 10 anni e abbiamo cercato di trasformare e innovare il nostro Comune e la nostra città – afferma, nel corso della presentazione del programma elettorale coalizione di centrosinistra, Moro, la numero due di Roberto Corti, l’attuale borgomastro di Desio, nella cui Giunta ha le deleghe alla sicurezza e al bilancio – ora vogliamo continuare su questa strada con ancora più forza. L’ascolto dei bisogni della cittadinanza sarà fondamentale nel prossimo mandato verso la Desio del 2026”.

Un concetto declinato, nel programma elettorale promosso dalla candidata sindaca del più popoloso Comune brianzolo che andrà al voto tra poco meno di un mese, in diversi elementi dell’azione amministrativa e del vivere sociale. Dall’attenzione alle esigenze dei giovani ai disabili, dall’ambiente alla famiglia, dalla valorizzazione dell’associazionismo fino al lavoro, alla sicurezza, allo sport e alla cultura.

VERDE COLORE DOMINANTE

La priorità, almeno simbolica, tra i tanti argomenti che stanno animando la campagna elettorale per le Comunali a Desio, è per Jennifer Moro la tutela del verde. “Per questa presentazione del programma elettorale della coalizione di centrosinistra che mi sostiene, ho scelto un luogo particolare, il parco di Villa Tittoni, perché il verde e la tutela del verde decisamente ci caratterizzano” afferma.

“Continueremo nel recupero delle strade vicinali, nella tutela delle aree agricole, nell’ampliamento del Parco delle Farfalle, che è un nuovo parco cittadino apprezzatissimo dalla città, nella strategia rifiuti zero, nell’aumento della raccolta differenziata e punteremo alla costruzione di un centro per il recupero dei pannolini, che rappresentano il 20% dell’indifferenziato prodotto, e del Centro del Riuso, protagonista di un percorso molto lungo di sviluppo che ancora non si è concluso”.

Accanto alla riqualificazione degli edifici pubblici e al loro efficientamento energetico, in particolare delle scuole e all’incentivazione del trasporto pubblico, la Moro prende posizione decisamente contro la realizzazione dell’Autostrada Pedemontana. Che, dopo il recente sblocco dei cantieri, sembra ormai pronta a raggiungere anche la Brianza. Desio compresa.

“La notizia di questi giorni non ci rallegra assolutamente e ci lascia, anzi, sconcertati per come stanno procedendo le cose – sostiene la candidata sindaca di centrosinistra – nonostante i finanziatori privati non si facciano avanti, prendiamo atto che il Ministero che dovrebbe occuparsi della Transizione Ecologica decide di supportare un’opera come questa che di ecologico non ha assolutamente nulla, perché definire un’autostrada ecologica fa ridere a metterlo solo nella stessa frase!”.

GIOVANI E CULTURA

Il Covid-19 ha colpito soprattutto un altro tipo di verde, quello delle generazioni a cui sarà affidato il futuro di Desio. Ed è anche per questo che la Moro li pone in cima ai punti del proprio eventuale mandato da sindaca. “Ci sarà sicuramente bisogno di investire su di loro, per ottenere dei cittadini consapevoli, in servizi di vicinanza, in servizi per tutte le fasce di età che vanno dai 16 ai 14 anni, ma anche dai 14 anni ai 18/20 anni – afferma – investiremo anche negli spazi aggregativi dedicati ai giovani, che possano essere anche co-gestiti, co-costruiti, co-progettati insieme a loro”.

Un tema così importante, anche in un’ottica futura di benessere sociale, non può che legarsi alla questione dei diritti. Quelli delle persone fragili e disabili, con le recenti approvazioni nel Consiglio comunale di Desio del Peba (Piano Eliminazione Barriere Architettoniche) e del Pau (Piano Accessibilità Urbana), ma anche quelli delle donne.

“Ci impegneremo ad aprire uno sportello antidiscriminazione all’interno del Comune e ad adottare un piano antidiscriminazione – annuncia Moro – un altro fronte è il supporto alla donna, alle pari opportunità, al fatto che sia messa nelle condizioni di avere supporto nella conciliazione famiglia/lavoro. Già in questo mandato abbiamo istituito e portato avanti progetti di supporto alla genitorialità che hanno avuto un grande successo e questo è proprio un segno della domanda di un bisogno che sarà oggetto dei nostri interventi nei prossimi anni”

Lo sviluppo sano e la crescita di una comunità non possono prescindere dall’attenzione alla cultura nel suo complesso. “Speriamo di poter vedere finalmente e di poter consegnare alla città la Sala Polifunzionale che è ancora oggetto di piccoli lavori di chiusura dell’intervento – afferma l’attuale vicesindaca della giunta di centrosinistra di Desio guidata dal sindaco Corti – proseguiremo gli investimenti di valorizzazione della Villa Tittoni perché cercheremo di spostare il magazzino comunale e quindi di recuperare anche tutta l’area esterna alla Sala Polifunzionale che potrà poi, anch’essa essere utilizzata proprio per l’organizzazione di eventi”.

“Daremo particolare importanza all’Archivio storico in modo che possa essere fruito dai cittadini con uno spazio espositivo dove mettere in mostra molti dei cimeli che la città ha” continua. Cultura sono naturalmente anche le associazioni, “con le quali terremo aperto un colloquio per l’organizzazione di eventi e il supporto senza il quale la città perderebbe una parte della sua ricchezza”.

SPORT, LAVORO E SICUREZZA

La pratica sportiva ha una valenza non solo fisica verso la promozione di uno stile di vita sano, ma anche sociale. A Desio, come purtroppo in molte altre città italiane, si deve, però, fare i conti con una carenza di infrastrutture. “Proseguiremo con le manutenzioni programmate straordinarie del Centro sportivo e creeremo la Casa delle Associazioni – spiega Moro – abbiamo l’obiettivo del rifacimento della pista di atletica, un investimento molto importante che fatica a restare nei piani finanziari di soggetti che prendono in gestione il Centro sportivo, perciò sarà necessario che lo faccia il Comune”.

Il lavoro e il commercio sono tra i settori che potranno subire forti cambiamenti in seguito al Covid-19. E, così, nelle intenzioni della candidata sindaca del centrosinistra a Desio c’è anche quella di rendere il Comune un facilitatore sia nei confronti delle attività economiche sia nello sviluppo delle relazioni dei cittadini con le realtà delle imprese.

“Nel prossimo mandato realizzeremo un ufficio di marketing territoriale che supporterà le attività snellendo le procedure e promuovendo il nostro territorio in modo che possa essere attrattivo – annuncia – continueremo, poi, sulla strada intrapresa durante gli ultimi 10 anni di amministrazione Corti dello sportello lavoro gestito da AFOL, supporteremo i cittadini mettendo a loro disposizione luoghi dove poter fare smart working, il Wi-Fi pubblico e l’estensione di rete della banda larga”.

Un’altra rete da intensificare è quella della videosorveglianza. “In questi anni abbiamo lavorato triplicando le telecamere presenti sul territorio di Desio e questo ha dato i suoi effetti nell’attività di indagine delle Forze dell’Ordine – spiega Moro – vi sono altri ambiti e accessi che devono essere monitorati, ma, oltre all’effetto deterrente per chi vuole commettere degli atti, è importante agire sul percorso di educazione dei cittadini e dei ragazzi che vivono la città. L’obiettivo è raccogliere il disagio giovanile, gestirlo e incanalarlo verso dei progetti che possano portare i ragazzi ad uno sviluppo consapevole di sé, del loro essere cittadini e del rispetto dello spazio comune”.

Tra le tematiche su cui la candidata di centrosinistra ha deciso di sfidare gli altri aspiranti sindaco di Desio, Simone Gargiulo (LegaFratelli d’Italia e lista civica Per Desio), Stefano Motta (Forza Italia, UDC – Unione di Centro, la Lista Civica “Desio Popolare”, il movimento civico “SìAmo Desio”), Denis Franzini (Movimento 5 Stelle) e Guido Meda (Lista Civica Attivi per Desio), ci sono gli animali.

“Continueremo nella realizzazione delle aree cani, in particolare quella del cimitero e quella di via del commercio – afferma Moro – continueremo anche nella formazione e nella sensibilizzazione sul tema degli animali contro l’abbandono, ma anche per una corretta gestione degli animali stessi con la promozione nelle scuole di progetti di educazione al rispetto della diversità intraspecifica”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi