Quantcast
Arcore, elezioni 2021: nel programma della candidata Palma "una città più verde" - MBNews
Politica

Arcore, elezioni 2021: nel programma della candidata Palma “una città più verde”

"Arcore, a testa alta!" Questo lo slogan da cui è partita la presentazione del programma, sabato 4 settembre. A illustrare tutti i punti salienti, la candidata sindaco Paola Palma.

Paola palma candidata sindaco arcore

Arcore, a testa alta!” Questo lo slogan da cui è partita la presentazione del programma, sabato 4 settembre. A illustrare tutti i punti salienti, la candidata a sindaco Paola Palma, sostenuta dalla coalizione che vede protagonisti Pd, Prospettiva civica e Lista civica Futura. Al centro dell’attenzione gli obiettivi per i prossimi anni, che spaziano dalla creazione di una città più verde al miglioramento della mobilità all’attenzione verso le scuole, la cultura, il commercio.

Ma il centro sinistra ha ricordato anche il passato, con la sua decennale esperienza di Amministrazione che ha visto la giunta di Rosalba Colombo affrontare diverse problematiche.

“La città era minacciata dall’incombere di interventi pesanti, come l’insediamento di un bitumificio. Gravata da problematiche serie e irrisolte, dalle quali sono derivati i frequenti allagamenti – ricorda la candidata, Assessore uscente alla cultura e all’istruzione. “E immobilizzata dal decadimento e dall’abbandono di beni e spazi di grande importanza per la comunità, dalla Villa Borromeo e l’area ex-Falck fino ai tetti martoriati delle palestre scolastiche”.
“L’Arcore del futuro crescerà con lo stesso coraggio e la stessa tenacia di ieri nell’opporsi ai soprusi, e pensiamo oggi a Pedemontana – rilancia Palma. “Ma con uno sguardo anche alle grandi sfide del futuro, dalla difesa dell’ambiente ai servizi destinati a una popolazione che invecchia, alla riconquista della centralità assoluta della scuola nel destino della nostra comunità e del Paese”.

Ambiente e mobilità

E sono tanti i punti del programma,  frutto del confronto tra il Pd e le due liste civiche. In primis l’attenzione verso l’ambiente e all’efficenza della raccolta differenziata cittadina che già oggi, stando a quanto si legge nel documento, sfiora il 90%. Si parla tra l’altro di contenere il consumo di suolo e ridurre l’impermeabilizzazione il che dovrebbe, nelle intenzioni, anche ridurre i rischi alluvionali. Ma c’è anche il tema mobilità.
“Realizzeremo un progetto di bike sharing, a partire dai principali punti di interscambio con i mezzi pubblici presso le due stazioni ferroviarie di Arcore – si legge nel programma. “Completeremo la pista ciclopedonale di collegamento Arcore-Vimercate, lungo la via Battisti. Avvieremo un confronto con la Provincia e il Comune di Villasanta per completare il collegamento ciclopedonale tra Arcore e Villasanta passando vicino al Il Gigante“.

L’attenzione a sicurezza e associazionismo

Dal programma emerge l’intenzione di estendere e rendere più efficace il sistema di video sorveglianza. Inoltre “forniremo dotazioni tecnologiche avanzate alla Polizia Locale, come droni e ulteriori foto-trappole, già impiegate per reprimere l’abbandono dei rifiuti sul territorio. Ci impegneremo affinché diventi strutturale il terzo turno per il pattugliamento serale e festivo del territorio da parte della Polizia Locale”.

Un altro punto chiave è la promozione dell’associazionismo anche attraverso la riqualificazione, contestata dal centrodestra, dell’ex Olivetti.

“Alcune associazioni presenti sul territorio necessitano di un luogo fisico dove dare corso alla propria attività. Per dare una risposta a queste esigenze, nell’ambito della riqualificazione dell’ex Olivetti, è nostra priorità la creazione in quegli spazi di una Casa delle Associazioni. Gli spazi diverranno un centro polifunzionale. Ci piace immaginare che vi possano trovare sede anche spazi per le persone in smart working che hanno difficoltà logistiche a lavorare presso la propria abitazione, con prezzi calmierati per i cittadini Arcoresi”.