Attualità

Vimercate, vietato l’ingresso in biblioteca a una bimba di 9 anni, il Comune: “Non è così”

Non è stato negato nessun accesso alla bambina di 9 anni, ingresso che invece è stato negato alla sorella maggiore di 12 anni che non era in possesso della certificazione verde.

vimercate-biblioteca

E’ circolata la notizia che a Vimercate sarebbe stato vietato l’accesso alla biblioteca comunale, a una bimba di 9 anni, perché senza il green pass. La madre della piccola ha denunciato il fatto ai Carabinieri, sottolineando che i minori di 12 anni non rientrano nella campagna di vaccinazione.

A sollevare il caso è stata l’associazione Unione per le Cure, i Diritti e le Libertà, presieduta da Erich Grimaldi, che sabato scorso ha diramato un comunicato relativo a quanto accaduto: “La mamma, contattata dalla figlia in lacrime, ha denunciato la circostanza ai carabinieri considerando che i bambini sotto i 12 anni non rientrano nella campagna di vaccinazione. La carta verde non deve generare emarginazione sociale, soprattutto nei luoghi di cultura e, nel caso di specie, un simile atteggiamento nei confronti di una bambina così piccola rischia di creare anche traumi psicologici”.

La replica dell’amministrazione

L’amministrazione comunale di Vimercate ha smentito il fatto e in un comunicato ha chiarito i termini della vicenda:

“In relazione ad alcuni articoli di stampa che denunciano il divieto di ingresso alla Biblioteca civica di Vimercate ad una bambina di 9 anni l’Amministrazione Comunale interviene per fare chiarezza, sgomberare il campo da equivoci e tutelare i dipendenti che prestano servizio all’interno della struttura.

Come già noto, dal 6 agosto 2021 per accedere a qualsiasi Biblioteca comunale è necessario il Green Pass. Lo stabilisce il Decreto Legge 23 luglio 2021, n.105 (art. 3, comma 1) che prevede l’accesso ai luoghi della cultura e del tempo libero solo attraverso l’esibizione della Certificazione verde COVID-19 in corso di validità. Dall’obbligo sono esclusi i bambini e ragazzi fino ai 12 anni di età e i soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica.

Il Green Pass quindi attesta l’avvenuta vaccinazione (di almeno una dose), oppure l’esito negativo di un tampone molecolare o rapido effettuato nelle 48 ore precedenti, o la guarigione dal COVID-19 nei sei mesi precedenti. La certificazione contiene un QR Code che permette di verificarne l’autenticità e la validità, senza rivelare l’evento sanitario che l’ha generata (vaccinazione o altro).

Il personale bibliotecario di Vimercate è tenuto quindi a verificare l’accesso degli utenti mediante la lettura del codice a barre, attraverso un’ applicazione che consente di comprovare l’autenticità e la validità delle certificazioni contestualmente occorre esibire anche il proprio documento d’identità e/o tessera sanitaria.

Non è stato negato nessun accesso alla bambina di 9 anni, ingresso che invece è stato negato alla sorella maggiore di 12 anni che non era in possesso della certificazione verde; dopodiché si sono immediatamente allontanate entrambe senza che gli operatori della biblioteca avessero il tempo di spiegare che l’accesso era consentito alla bambina di 9 anni. È nell’interesse di tutti ricondurre la situazione alla normalità e non esasperare i toni.

Sia per tutelare i dipendenti comunali che quotidianamente offrono e hanno offerto, anche nel periodo più difficile dell’emergenza sanitaria un grande servizio per i cittadini, come per esempio la consegna a domicilio dei libri e la prenotazione con ritiro, sia per garantite la sicurezza sanitaria a tutti gli utenti che frequentano la biblioteca.

Ricordiamo infine che anche senza il green pass è possibile restituire i libri attraverso il box esterno accessibile 24/24 e consultare la biblioteca digitale all’indirizzo Medialibrary“.

Foto di repertorio MBNews