Quantcast
Primi 3 punti per il Monza, Gytkjaer abbatte la Cremonese con un gol di testa! - MBNews
Sport

Primi 3 punti per il Monza, Gytkjaer abbatte la Cremonese con un gol di testa!

L'attaccante danese, entrato nella ripresa al posto del giovane Vignato, regala la vittoria ai biancorossi. Decisivo anche il supporto del pubblico tornato allo stadio. Dopo la pausa, il Monza giocherà in trasferta contro la Spal.

monza-cremonese7-mb (Copia)

C’era la calda temperatura di una serata di fine agosto. C’era finalmente il pubblico, circa 2500 spettatori, in quella curva Davide Pieri rimasta vuota per oltre un anno e mezzo. C’era un terreno di gioco in perfette condizioni a creare le premesse migliori per il derby Monza-Cremonese (qui per rivedere la diretta MBNews del prepartita). Insomma, la mancata vittoria dei biancorossi sarebbe stata davvero un peccato. E, invece, la squadra di mister Stroppa, seppure tra tanta sofferenza e poca lucidità, ha portato a casa il successo. Decisivo al 65′ il colpo di testa di Gytkjaer, entrato nella ripresa al posto dell’acerbo Vignato.

I 3 punti conquistati dal Monza, che in questa stagione 2021/22 ha già doppiato la classifica messa in carniere lo scorso campionato dopo le prime due giornate, sono un ottimo viatico.

In testa Pisa, Ascoli, Cittadella e Brescia viaggiano a punteggio pieno con 6 punti. Ma i biancorossi sono nel primo gruppo degli inseguitori a 4. E dietro, per il momento, ci sono grandi favorite per la promozione in serie A, come Benevento, Lecce e Spal. E proprio quest’ultima, dopo la pausa per le Nazionali, sarà il prossimo avversario del Monza sabato 11 settembre alle ore 14.

LA CRONACA

Nella calda atmosfera dell’U-Power Stadium, con i tifosi che hanno costantemente sostenuto il Monza, all’inizio Stroppa sorprende con alcune scelte. In difesa, infatti, lascia in panchina Pirola e si affida a Paletta, Donati e Caldirola. Ma soprattutto, con il centrocampo a 5 praticamente obbligato, viste le assenze di Valoti, Barberis e Mazzitelli, in attacco schiera, accanto a Mota Carvalho, il giovanissimo Vignato, appena convocato in Under 18.

La scelta, in realtà, non paga. La Cremonese, che nella prima giornata ha nettamente battuto il Lecce, parte a mille. Baez sulla destra si propone con costanza. E Buonaiuto in regia, con il supporto di Valzania, costruisce gioco. Il tutto condito da un forcing asfissiante. Al 7′ i biancorossi potrebbero già capitolare. Cross di Baez per Ciofani, che batte Di Gregorio con un preciso diagonale. Il Var, introdotto quest’anno anche in serie B, dopo due minuti di tensione, sanziona il fuorigioco di Zanimacchia e salva il Monza.

Lo scampato pericolo non sveglia i padroni di casa. Che sordi alle grida di Stroppa, costantemente in piedi davanti alla sua panchina, sbagliano troppo in fase di impostazione e sono lenti in manovra. Così a rendersi più pericolosi nelle fila del Monza sono Paletta, con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner e Colpani con un paio di conclusioni. Anche Brescianini, a tratti, fa vedere le sue qualità fisiche e tecniche.

Con Dany Mota e Vignato praticamente fuori dal gioco, è Zanimacchia della Cremonese nei minuti finale del primo tempo a sfiorare l’eurogol con una conclusione a giro. Nell’intervallo Stroppa deve aver strofinato il genio della lampada. O, forse, semplicemente, ha l’illuminazione giusta. Gli ingressi di Machin al posto di Colpani e di Gytkjaer per Vignato risultano, infatti, quelli giusti. Anche se non subito. Prima, infatti, c’è una sequela di falli da una parte e dall’altra, poca lucidità e tentativi per lo più dalla distanza.

Anche la Cremonese, che al 57′ vede l’ingresso di Di Carmine, pezzo pregiato del mercato estivo grigiorosso, perde il bandolo della matassa. E, così, al 65′ accade la svolta del match. Cross da destra di Pedro Pereira, uno dei migliori tra i biancorossi, colpo di testa perfetto di Gytkjaer e niente da fare per Carnesecchi. Il vantaggio del Monza galvanizza più il pubblico che i giocatori di casa in campo.

La girandola di cambi non cambia l’inerzia del match. La squadra di Stroppa prova comunque a pungere di tanto in tanto. Anche Barillà si fa vedere con un tiro fuori misura da posizione defilata. Il risultato non cambia più fino alla fine. E, mentre i clacson finalmente possono sentirsi al di fuori dello stadio, lo stadio si svuota con la soddisfazione anche dell’amministratore delegato, Adriano Galliani. Che, ancora una volta, ha battuto il suo amico dei tempi del Milan, Ariedo Braida, ora dirigente della Cremonese.

Proprio da Galliani si aspetta nei prossimi due giorni il classico “colpo del Condor”, cioè l’acquisto a sorpresa prima della fine della conclusione del mercato, fissato al 31 agosto. Il Monza, che nei giorni scorso ha accolto Valentin Antov, 20enne difensore bulgaro, già punto fermo della sua nazionale ed ex capitano del Cska Sofia, ha bisogno soprattutto di un attaccante. I nomi sono tanti, ma Lapadula del Benevento e Caprari della Sampdoria sembrano difficili da raggiungere. Più sicura l’uscita, invece, del difensore Bellusci, che vuole lasciare i biancorossi. E potrebbe essere sostituito da Marrone, in arrivo dal Crotone, l’ex squadra di mister Stroppa.

 

Le foto sono di Alessio Morgese – Agenzia Emage

Marcatore: 65′ Gytkjaer (M)

MONZA (3-5-2): Di Gregorio; Donati, Paletta, Caldirola; Pedro Pereira, Colpani (46′ Machin), Scozzarella (66′ Barillà), Brescianini, Carlos Augusto; Mota Carvalho (80′ D’Alessandro), Vignato (46′ Gytkjaer). A disp: Sommariva, Rubbi, Bettella, Siatounis, Antov, Ciurria, Pirola. All: Stroppa

CREMONESE (4-2-3-1): Carnesecchi; Fiordaliso (80′ Deli), Valeri, Ravanelli, Sernicola; Valzania, Castagnetti; Baez, Buonaiuto (64′ Bartolomei), Zanimacchia (57′ Strizzolo, 80′ Nardi); Ciofani (57′ Di Carmine). A disp: Ciezkowski, Sarr, Collodel, Terranova, Crescenzi, Dalle Mura, Zunno. All: Pecchia

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì

Ammoniti: Colpani (M), Castagnetti (C), Valzania (C), Dany Mota (M), Caldirola (M)

Note: Tempo sereno, terreno di gioco in perfette condizioni. Gli spettatori sono stati 2501 per un incasso di 37.703 euro

Recupero: 3′ pt,  5′ st