21 Ottobre 2021 Segnala una notizia
Via D'Annunzio, sit-in contro l'apertura al traffico veicolare: "La piazza di San Rocco non si tocca" 

Via D’Annunzio, sit-in contro l’apertura al traffico veicolare: “La piazza di San Rocco non si tocca” 

26 Luglio 2021

Si vuole cancellare l’unica piazza, luogo di ritrovo per i cittadini del quartiere“. Tornano in piazza i residenti del quartiere San Rocco a Monza. Sabato 24 luglio a partire dalle ore 16 circa, una sessantina di cittadini ha risposto all’appello lanciato dal circolo 3 del PD Monza, manifestando contro la proposta dell’amministrazione comunale di riaprire al traffico veicolare la piazzetta di San Rocco, situata alla fine di via d’Annunzio.

Raimondi (PD): “Uno spazio del quartiere”

Considerata uno dei pochi centri di aggregazione del quartiere, la piazza è situata di fronte al centro civico del quartiere. Oggi pedonale, nei piani dell’amministrazione c’è quello di agire sul tratto terminale di via d’Annunzio che andrebbe quindi a ricongiungersi con via Aquileia.

“Con la riapertura di via D’annunzio al traffico veicolare, la Giunta Allevi dà chiara immagine di quale sia la cifra della propria Amministrazione: anteporre gli interessi di pochi al benessere di molti – tuona Matteo Raimondi, Segretario del Partito Democratico di Monza. – In questo ultimo anno abbiamo imparato sulla nostra pelle quanto sia importante avere spazi per socializzare e quanto la vita di quartiere debba tornare centrale. A San Rocco si vuole cancellare l’unica piazza, luogo di ritrovo per i cittadini del quartiere. Come Partito Democratico ci batteremo finchè avremo fiato in corpo per impedirlo”.

Sabato 24 luglio, il presidio nella piazzetta di San Rocco.

Piazza San Rocco, a che punto siamo

La piazza di San Rocco è da tempo terreno di scontro politico: dalle raccolte firme, agli eventi pubblici, cittadini e forze politiche di centro-sinistra si sono schierati più volte e in modo netto contro il progetto di una riapertura al traffico veicolare di via D’Annunzio. Lo scorso settembre circa 150 residenti avevano chiesto alla giunta Allevi un retro-front sulla proposta. Gli animi sono tornati a scaldarsi quando la giunta, lo scorso maggio, ha approvato lo studio di fattibilità del progetto. Il nuovo progetto ridisegna la piazza: il tratto terminale di via d’Annunzio tornerà a ricongiungersi con via Aquileia. Ad oggi è previsto il mantenimento della fontana, ma le panchine saranno spostate sul lato sinistro della piazza.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia tra Italia e Francia, diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, ho recentemente conseguito una seconda laurea in Storia Politica all’Università di Pavia scrivendo di giornalismo femminile nel Risorgimento italiano. Mi piace entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Giornalista pubblicista.


Articoli più letti di oggi