18 Ottobre 2021 Segnala una notizia
Olimpiadi di Tokyo, la Brianza punta subito alla medaglia: il 25 luglio c'è la Errigo nel fioretto

Olimpiadi di Tokyo, la Brianza punta subito alla medaglia: il 25 luglio c’è la Errigo nel fioretto

23 Luglio 2021

Sono lontani i tempi in cui la sacralità dei Giochi olimpici faceva addirittura fermare le guerre. Però, il fascino delle Olimpiadi estive, che a Tokyo hanno ufficialmente aperto i battenti il 23 luglio, resta intatto. Anche in tempi di Covid-19. Che ha prima costretto al rinvio di un anno. Ed ora ha già contagiato più di 100 persone, tra cui molti atleti, nel blindato Villaggio olimpico. Oltre ad aver costretto il governo giapponese a far svolgere le gare senza pubblico e tra misure di prevenzione molto stringenti.

Mentre alcuni tornei di squadra sono già cominciati addirittura prima della cerimonia d’inaugurazione e si assegnano le prime delle 339 medaglie d’oro in palio, scatta anche l’ora della Brianza alle Olimpiadi di Tokyo. Si parte subito con la possibilità di portare a casa un podio. E consentire all’Italia di coltivare la speranza di raggiungere il record di medaglie vinte in un’edizione dei Giochi a cinque cerchi, le 36 di Los Angeles 1932 e Roma 1960.

ERRIGO ALIAS ‘TSUNARY’

La prima atleta del nostro territorio che scende in pedana per tenere alti anche i colori di Monza e della Brianza è una veterana della scherma. Arianna Errigo, 33 anni a giugno, infatti, ha un palmares ormai davvero lungo. Una strada lastricata di riconoscimenti. Prima di tutto, in ordine di importanza, l’oro a squadre e l’argento individuale conquistati alle Olimpiadi di Londra 2012. Ma anche otto ori europei ed undici mondiali. Senza dimenticare ben quattro Coppe del mondo della sua arma preferita nella scherma, il fioretto.

Certo la carriera di Arianna, che ha il soprannome “TsunAry” per la propensione a chiudere gli assalti in modo deciso e rapido, non è stata solo rose e fiori. L’atleta, nata a Monza e cresciuta a Muggiò, che da qualche anno vive a Velletri insieme al marito-allenatore, Luca Simoncelli, gareggia alle Olimpiadi di Tokyo anche con l’intenzione di cancellare la delusione delle Olimpiadi di Rio 2016. Dove arrivò da numero uno del ranking mondiale e fu clamorosamente eliminata agli ottavi di finale.

In Giappone, dove le è stato impedito di salire in pedana anche nell’altra sua specialità, la sciabola, la Errigo, insieme alla connazionale Alice Volpi, sarà una delle principali rivali della campionessa olimpica in carica nel fioretto e favorita della vigilia, la russa Inna Deriglazova. L’appuntamento per tutti gli appassionati di scherma, in particolare per quelli brianzoli, è alle ore 2 del 25 luglio con le qualificazioni.

Quindi nel corso della notte i sedicesimi, poi gli ottavi. Per cominciare a fare sul serio con le semifinali a partire dalle ore 11 italiane. Circa 3 ore dopo sapremo a chi andranno le medaglie. Nella speranza che sul podio ci sia anche la nostra Arianna. Che, poi, tra la notte e la mattina di giovedì 29 luglio sarà comunque una delle protagoniste anche della squadra femminile di fioretto.

BASKET E VOLLEY

Nel primo week-end delle Olimpiadi di Tokyo la Brianza vivrà momenti importanti anche negli sport di squadra. In particolare per la nazionale maschile di basket del tecnico Meo Sacchetti. Che, anche nella prima sfida in programma, Italia-Germania alle ore 6.40 del 25 luglio, avrà al suo fianco come assistent coach, Paolo Galbiati, 37 anni, concorezzese, un passato sulla panchina del Bernareggio e poi nella serie A di pallacanestro. Gli altri appuntamenti del girone per l’Italbasket, arrivata a Tokyo dopo l’avvincente successo nel torneo pre-olimpico contro la Serbia, saranno il 28 luglio alle ore 10.20 contro l’Australia e il 31 luglio alle 6.40 contro la Nigeria.

Primi impegni di qualificazione anche per il volley. Nella squadra italiana maschile, che nel primo match del 24 luglio alle ore 2 affronterà il Canada, poi a seguire, tra il 26 luglio e l’1 agosto, Polonia, Giappone, Iran ed Ecuador, il tecnico azzurro Blengini potrà contare anche su Gianluca Galassi, 24enne centrale, trentino di nascita, ma monzese di adozione visto che dal 2019 gioca nel Vero Volley.

Anche nella pallavolo femminile ci sarà spazio per la Brianza. Con Anna Danesi e Alessia Orro (nella foto in alto), rispettivamente centrale e palleggiatrice del Consorzio Vero Volley, che saranno a disposizione del tecnico, Davide Mazzanti, per le sfide del torneo di qualificazione. La prima è in programma il 25 luglio alle ore 2, Russia-Italia. Poi ci saranno da affrontare la Turchia, l’Argentina, la Cina e gli Usa. L’obiettivo, per l’Italia maschile e femminile, è arrivare tra le prime 4 del girone per accedere ai quarti.

binary comment

TRA VOLTEGGI E CAVALLI

Alle ore 2.30 del 25 luglio, solo un giorno prima dei suoi 20 anni, ci sarà anche l’esordio olimpico per Martina Maggio. La ginnasta di Villasanta, che all’ultimo Europeo di Basilea ha sfiorato il podio nella finale al corpo libero e ha ottenuto un ottimo piazzamento nel concorso generale individuale, sarà impegnata con le qualifiche femminili nella cinque suddivisioni previste.

Martina, ex atleta della Robur et Virtus, ora con le Fiamme Oro, vanta l’oro al volteggio all’Europeo juniores di Berna nel 2016, è Campionessa italiana assoluta alla trave e ha conquistato anche un oro a squadre ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona 2018. Per lei la medaglia alle Olimpiadi di Tokyo è una fioca speranza. Ma accedere alle eventuali finali a squadre (martedì 27 luglio), all-around (giovedì 29 luglio) e alle finali di volteggio/parallele asimmetriche (sabato 1 agosto), corpo libero domenica (2 agosto) e trave (lunedì 3 agosto), sarebbe una grandissima soddisfazione.

E’ un esordiente ai Giochi olimpici anche Francesco Zaza. Il 37enne cresciuto a Velasca di Vimercate sarà impegnato sabato 24 luglio e domenica 25, a partire dalle ore 10 e fino al primo pomeriggio italiano, nel dressage. A cavallo della sua compagna di avventura, Wispering Romance, una femmina di 18 anni, sarà molto difficile che Francesco possa arrivare a giocarsi le medaglie in questa specialità equestre che punta sull’addestramento dell’animale.

Primo tuffo alle Olimpiadi anche per Federica Sala, la 28enne, nativa di Vimercate, che il 6 e il 7 agosto farà parte della squadra italiana di nuoto sincronizzato. Federica, dopo un argento mondiali e quattro podi europei, con le sue compagne potrebbe puntare in alto anche in Giappone.

LA REGINA DELLE OLIMPIADI

Come tutte le cose più attese, anche l’atletica conquisterà i riflettori solo nella seconda settimana delle Olimpiadi di Tokyo. E a partire dal 30 luglio gareggerà anche chi dalla Brianza è venuto in Giappone per cercare di guadagnarsi un po’ di luce sotto i riflettori. In primis Filippo Tortu nei 100 metri. Il 23enne velocista cresciuto a Costa Lambro, una frazione di Carate Brianza e formatosi sulle piste di Besana Brianza e Giussano, cercherà di ritrovare lo smalto del 2018, quando siglò il record italiano sui 100 metri con uno storico 9.99, poi superato quest’anno da Marcell Jacobs sceso fino a 9.95.

Non sarà facile, anche perché Filippo, pure lui esordiente ai Giochi a cinque cerchi, quest’anno non ha corso meglio del 10.17 di Montecarlo. Ma cominceremo a saperne di più a partire dalla notte del 31 luglio. Le eventuali semifinali e finale, un sogno per Tortu che vanta il settimo posto ai Mondiali di Doha nel 2019 e il quinto agli Europei di Berlino l’anno prima, sono in programma l’1 agosto. L’ex studente del Collegio Villoresi San Giuseppe di Monza sarà anche una delle quattro frecce azzurre nell’arco della staffetta 4×100 metri (finale nel pomeriggio del 6 agosto).

Per restare in pista sarà impegnata nella notte italiana del 30 luglio, nelle qualificazioni 800 metri, Elena Bellò, 24enne vicentina, che però quest’anno si è vista molto a Giussano dove si è allenata sotto le direttive di Alessandro Simonelli. Il suo personale di 2’00’’44 sul doppio giro di pista è un discreto biglietto da visita.

Sempre il 30 luglio sarà la volta di Vladimir Aceti. Il ragazzo di origine russa, che vive e si allena a Giussano, correrà prima la qualificazione della 4×400 mista, una novità del programma di atletica alle Olimpiadi. Con eventuale finale il 31 luglio. Poi Vladimir, che nel 2020 è riuscito a scendere fino a 45.65 sui 400 metri, sarà anche tra i protagonisti della staffetta 4×400 il 6 agosto.

Il 31 luglio, invece, sarà la volta di Linda Olivieri, tesserata per l’Atletica Monza e per le Fiamme Oro, nei 400 ostacoli. L’atleta piemontese, 23 anni appena compiuti, ai Campionati italiani assoluti di Rovereto di giugno è riuscita, per la terza volta nel 2021, a migliorare il suo personale, ormai sceso a 55.54. L’obiettivo dell’allieva del monzese Giorgio Ripamonti, che l’ha allenata sulle piste di Brugherio e Giussano, è di accedere alle semifinali in programma il 2 agosto.

Non resta, insomma, che mettersi a tifare Italia, Monza e la Brianza. Magari dormendo qualche ora in meno del dovuto, visto che le 7 ore di fuso orario tra l’Italia e il Giappone imporranno agli appassionati di sport un piccolo tour de force. Per la fortuna di molti comodamente seduti davanti alla tv.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi