02 Agosto 2021 Segnala una notizia
Concorso pianistico Pozzoli Seregno: presentate le novità tra comitato esecutivo, giuria e premi

Concorso pianistico Pozzoli Seregno: presentate le novità tra comitato esecutivo, giuria e premi

1 Luglio 2021

“Siamo lieti oltre che onorati di ospitare presso il nostro Conservatorio, a cui la figura di Ettore Pozzoli didatta è legata in modo indissolubile, l’incontro di presentazione della XXXII edizione del Concorso Pianistico Internazionale a lui intitolato. Il fatto di essere oggi qui insieme va anche a significare un cambio di ruolo del Conservatorio di Milano rispetto all’organizzazione del Concorso – spiega Cristina Frosini, direttore del Conservatorio di Milano -. Io e il vicedirettore Massimiliano Baggio abbiamo infatti confermato, insieme alla Direzione del Concorso, la presenza del Conservatorio nel Comitato esecutivo del Concorso, con un ruolo di supporto all’organizzazione dello stesso”.

E così ieri si è tenuta la presentazione della XXXII edizione del Concorso Pianistico Internazionale Ettore Pozzoli presso il Conservatorio di Milano che si terrà dal 28 settembre al 5 ottobre prossimi. Il fatto che questa presentazione si svolga in presenza, dopo l’inaugurale a distanza dello scorso mese di maggio, rispecchia esattamente quella che sarà la natura del concorso: a distanza si terrà la prima fase di selezione, in presenza la seconda fino alla finale. A sottolineare come la musica sia vera e possibile soltanto dal vivo, artisti a contatto tra loro e a contatto con il pubblico.

“Voglio ringraziare l’amministrazione del Comune di Seregno che ci ha coinvolti, accordandoci grande fiducia. Ci auguriamo che da questa sinergia il Concorso possa ripartire, dopo il fermo dello scorso anno, con la valenza internazionale che ha nel nome, avvalorata dalla presenza di una Giuria internazionale, a cui va la nostra gratitudine per la generosa adesione, e che merita gli sia riconosciuta, non soltanto dai concorrenti provenienti da ogni parte del mondo, ma anche dalla stampa e dalla comunità musicale mondiale” sottolinea Frosini.

Soddisfatto anche della ripartenza e della sinergia anche il sindaco di Seregno, Alberto Rossi: “L’edizione 2021 del Concorso Pianistico Internazionale Ettore Pozzoli vuole essere un’edizione di slancio, rilancio e speranza. Si colloca in un momento che, confidiamo tutti, possa essere di sollievo rispetto alla fase più dura dell’emergenza sanitaria. Riuscire a celebrare questa edizione sarà una grandissima soddisfazione, perché davvero è complesso organizzare un evento internazionale in questo particolare momento storico. Sono, inoltre, particolarmente contento che questo percorso verso la nuova edizione del Concorso Pozzoli ritrovi una forte volontà di sostegno da parte del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano”.

Il nuovo comitato esecutivo vede così uscire dopo cinque edizioni Vincenzo Balzani e Barbara Tolomelli che erano anche componenti di giuria, in rappresentanza del conservatorio Verdi, al loro posto sono entrati Cristina Frosini e Massimiliano Baggio. Con loro ci sono il presidente Alberto Rossi, Federica Perelli Assessora alla Pubblica istruzione, Cultura e Biblioteca, Mons. Bruno Molinari Prevosto della Collegiata S. Giuseppe in Seregno, Cristiano Ostinelli Rappresentante Casa Ricordi, Lorenzo Zandonella Callegher Rappresentante Città di Seregno eFilomena Solito Segretaria.

Concorso pianistico Pozzoli Seregno

Da sinistra: Massimiliano Baggio, Cristina Frosini, Alberto Rossi e Federica Perelli

Presente al tavolo dei relatori anche l’assessore comunale alla Cultura Federica Perelli che ha posto l’accento sul legame storico fra concorso e conservatorio: “La vicenda umana di Ettore Pozzoli è profondamente legata al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, di cui fu per molti anni stimato docente, così come la storia del concorso, soprattutto nel nome di Giulio Confalonieri, è intrecciata a filo doppio con l’importante istituzione musicale milanese. Con l’edizione di quest’anno, in cui sentiamo particolarmente forte il sostegno e la vicinanza della direzione del Conservatorio, il Concorso Pozzoli ritorna allo spirito delle proprie radici e certamente trae un grande auspicio per rilanciarsi nelle edizioni future, già a partire da quella che vogliamo proporre per il prossimo autunno, occasione di riapertura dopo la stagione della pandemia”.

La direzione del Concorso ha inoltre comunicato che i termini di presentazione della domanda di partecipazione alle preselezioni sono procrastinati sino al 30 luglio 2021. Rimangono invariate le restanti norme di partecipazione come da bando scaricabile al link qui

La giuria sarà formata dagli italiani e stranieri: Roberto Cominati il presidente (Italia), Davide Cabassi (Italia), HieYon Choi (Sud Corea), Alexander Kobrin (Stati Uniti/Russia), Rolf Plagge (Germania), Boris Slutsky (Stati Uniti/Russia), e Zhe Tang (Cina).

L’orchestra scelta per accompagnare i pianisti nella quarta e ultima prova di finale è quella della Giuseppe Verdi di Milani, composta da 45 elementi, ed è in calendario per il 5 ottobre, giorno in cui si terranno anche le premiazioni finali. E a proposito di riconoscimenti al primo classificato andrà un premio di 15mila euro offerto dall’Amministrazione comunale di Seregno, al secondo 6mila euro offerto Gelsia – Gruppo A2A e al terzo 3mila da parte della Banca di Credito Cooperativo di Carate Brianza. Poi sono confermati i premi speciali e quest’anno si aggiunge fra gli sponsor quello Fondazione Bracco per i giovani di 2.500 per la concorrente donna meglio classificata.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Simona Sala
Simona Sala tra i fondatori nel 2008 di MB News, responsabile marketing e social manager. La mia passione sono i viaggi e la fotografia, passioni che vanno a braccetto. Ma quando per questioni di tempo non posso andare dove vorrei leggo, leggo, leggo meglio se diari di viaggio o storie di Paesi lontani. Mi piacciono la chiarezza, le persone genuine e la buona cucina.


Articoli più letti di oggi