26 Luglio 2021 Segnala una notizia
Stop licenziamenti, manifestazione nazionale Cgil Cisl Uil: la Brianza in piazza a Torino

Stop licenziamenti, manifestazione nazionale Cgil Cisl Uil: la Brianza in piazza a Torino

21 Giugno 2021

Anche la Brianza sarà presente a una delle tre iniziative nazionali unitarie di Cgil Cisl e Uil programmata per sabato 26 giugno. Il percorso di mobilitazione prevede tre presidi che si svolgeranno contemporaneamente a Bari, Firenze e Torino. All’appuntamento torinese parteciperà una rappresentanza composta da un centinaio di persone provenienti dalla provincia MB. Un numero contingentato nel rispetto delle normative anti-Covid. Il discorso conclusivo a Torino sarà tenuto dal segretario generale della Cgil nazionale Maurizio Landini. A Bari e Firenze, invece, i discorsi saranno tenuti da Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri, rispettivamente segretari generali nazionali di Cisl e Uil.

LE MOTIVAZIONI

Le motivazioni della manifestazione sono state riassunte in questo documento unitario: “Il nostro Paese sta vivendo una delicata fase di transizione. La crisi pandemica ha arrestato in parte la sua corsa, grazie anche alla campagna vaccinale in atto, ma a preoccuparci al pari dell’espansione del virus è la ripresa economica che deve essere il faro per la massima coesione sociale, in grado di creare lavoro stabile e sicuro, a partire dai giovani, dalle donne e dal Mezzogiorno. Nel Decreto Sostegni non vi è contezza e condizione per affermare che ci siano i presupposti necessari a tutto ciò, non dimenticando che tale Decreto prevede la fine del blocco generalizzato dei licenziamenti dal 1° luglio e l’assenza di adeguate politiche industriali capaci di valorizzare a pieno gli investimenti e i contenuti del PNRR”.

“Durante questi lunghi mesi di pandemia – precisano le organizzazioni sindacali – abbiamo sempre avanzato proposte e chiesto con tenacia la tutela dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, delle pensionate e dei pensionati”.

La mobilitazione avviata nelle scorse settimane, sulla grave emergenza della sicurezza nei luoghi di lavoro, che aveva visto la delegazione di Cgil Cisl e Uil di Monza e Brianza partecipare a un presidio davanti alla sede della regione Lombardia, secondo le organizzazioni sindacali “ha prodotto risultati parziali”.

Oggi, l’obiettivo primario è “conquistare la proroga della moratoria sui licenziamenti almeno fino al 31 ottobre, una riforma degli ammortizzatori sociali e nuove politiche attive per il lavoro”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi