28 Luglio 2021 Segnala una notizia
Scuola, Allevi scrive al ministro: “Servono indicazioni certe per il prossimo anno"

Scuola, Allevi scrive al ministro: “Servono indicazioni certe per il prossimo anno”

17 Giugno 2021

L’anno scolastico si è appena concluso e, se da una parte i ragazzi sono già proiettati verso le meritate vacanze estive, dall’altra le Amministrazioni già pensano alla riapertura degli istituti per settembre. Quello trascorso è stato un anno complicato sotto molteplici aspetti. Distanziamenti, mascherine, dad, quarantene, lavori di edilizia scolastica: organizzarsi non è stato facile, tutti hanno però lavorato per il benessere degli studenti e una permanenza in aula in sicurezza.

Per il 2021 /2022 però servono regole chiare, indicazioni precise affinché ci sia il tempo necessario per attuare i provvedimenti anti Covid previsti. A sollevare la questione il sindaco di Monza e delegato all’ istruzione e politiche educative dell’Anci, Dario Allevi: “Chiediamo al Ministro Patrizio Bianchi di avere al più presto indicazioni precise sulle modalità di ripresa delle attività scolastiche ed educative di settembre, per consentire ai Comuni e alle Città metropolitane di poter organizzare per tempo la riapertura delle scuole di ogni ordine e grado e dei relativi servizi di supporto. Al momento, infatti, non abbiamo alcuna indicazione su come dovrà partire il nuovo anno scolastico. I tempi cominciano ad essere stretti e non possiamo ritrovarci a ridosso del suono della prima campanella a rispondere agli avvisi per i finanziamenti, a programmare gli interventi di edilizia e ad organizzare le attività connesse con la scuola. I Comuni devono avere subito le informazioni sulle  misure  di  sicurezza  che  saranno  adottate per poter  organizzare le  attività e i  servizi:  dalla presenza nelle  classi per  l’eventuale  reperimento di  spazi, alle  mense,  ai  servizi  pre e  post  scuola, oltre ad avere indicazioni  sul   trasporto  scolastico” spiega Allevi.

Per il primo cittadino monzese è dunque  necessario  conoscere al  più presto se ci sarà un aggiornamento del Piano scuola 2020-2021 e dei relativi protocolli di sicurezza. “Abbiamo poco più di due mesi lavorativi e servono certezze per assicurare alle famiglie servizi adeguati e  consentire a  Comuni e  Città  metropolitane  di  lavorare  per  tempo. L’Anci e i Comuni sono pronti ad  offrire la  consueta e fattiva  collaborazione  per trovare soluzioni condivise e favorire il rientro a scuola nelle migliori condizioni di sicurezza dei bambini e bambine e del  personale scolastico, ma  occorre  fare in fretta.”

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi