30 Luglio 2021 Segnala una notizia
Paderno Dugnano: l'uomo che ha travolto con l'auto il bambino, era senza patente

Paderno Dugnano: l’uomo che ha travolto con l’auto il bambino, era senza patente

3 Giugno 2021

Sono ancora gravi le condizioni del bambino di 3 anni, rimasto coinvolto nel grave incidente di Paderno Dugnano, consumatosi nella mattinata di domenica 2 giugno 2021. L’automobilista 75enne, alla guida dell’auto che ha travolto il piccolo, è risultato senza patente: gli era stata ritirata lo scorso marzo, in seguito a un altro sinistro avvenuto a Milano.

Quella di ieri, era una domenica di festa e il bimbo con la sua famiglia si stava accingendo a fare un pic nic all’interno del Parco Lago Nord di Paderno Dugnano. All’improvviso, in quell’area dove è vietata persino la circolazione delle bici, l’auto dell’anziano è precipitata dall’alto di un sentiero, sulle scale proprio dove stavano camminando loro.

L’uomo, con buona probabilità aveva ignorato il divieto di transito e si era infilato in quel sentiero troppo stretto per un’auto. A un certo punto ha perso il controllo ed è precipitato.

Le condizioni del piccolo sono apparse da subito gravi. Immediato l’intervento dei soccorritori del 118 e dei Vigili del Fuoco, unitamente alle Forze dell’Ordine. Il bambino è stato immediatamente trasportato in elisoccorso all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. La situazione resta gravissima. Poche e superficiali lesioni per i genitori.

I Carabinieri hanno preso in carico l’anziano e lo hanno accompagnato all’ospedale di Niguarda, dove è piantonato in attesa di disposizioni dal magistrato che ha disposto tutti i test tossicologici e psicologici.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi