06 Agosto 2021 Segnala una notizia
Monza, una discarica abusiva in via San Damiano: “Qui può esplodere tutto”

Monza, una discarica abusiva in via San Damiano: “Qui può esplodere tutto”

18 Giugno 2021

Da qualche giorno, per raggiunti limiti d’età, è in pensione. Vorrebbe godersi il riposo e la tranquillità, come meriterebbe dopo una vita di lavoro in un’impresa edile. E, invece, c’è un tarlo che agita la mente del signor Leonardo Ciavarella. Non da oggi, a dire il vero. Ma da ben 20 anni. Da quando questo 67enne di origine pugliese, dall’aspetto deciso e bonario allo stesso tempo, ha preso casa in via San Damiano a Monza. In una zona periferica, ma a due passi da un’arteria stradale importante, viale delle Industrie, e dal canile/gattile intercomunale di Monza.

Perché, proprio davanti al cancello della sua abitazione, con una continuità inquietante, vengono sversati rifiuti di ogni genere, ma sempre e soltanto in modo abusivo. Da barili di vernice a materiale edile, dalla guaina bituminosa agli pneumatici. Fino a bottiglie, contenitori e, perfino, un incredibile quantità di rami e fogliame. E sono proprio questi ultimi, in particolare, a destare la maggiore preoccupazione del signor Leonardo che si è rivolto ad MBNews per denunciare pubblicamente l’annosa situazione.

PERICOLI SOTTO CASA

“Da almeno dieci giorni tutto questo fogliame giace proprio davanti a due cabine di Snam Rete Gas e non è la prima volta – racconta, allarmato, Ciavarella – nonostante abbia segnalato più volte il problema sia all’azienda energetica sia all’Ufficio Ambiente del Comune di Monza, pare che questo spazio di via San Damiano non sia di competenza di nessuno per cui la Sangalli si limita, una volta ogni mese o due, a venire in maniera straordinaria a ritirare i rifiuti e tutto il materiale buttato qui abusivamente”.

La questione, come appare evidente, non è solo ambientale e igienico-sanitaria. Tanto meno estetica. Questo tratto iniziale e sterrato di via San Damiano rischia letteralmente di saltare in aria. “Basta una sigaretta buttata sul fogliame o anche una scintilla generata magari dal caldo intenso di questi giorni e, a contatto con il gas, si potrebbe generare un’esplosione devastante – spiega il signor Leonardo – del resto è giù successo che i Vigili del Fuoco siano dovuti intervenire a spegnere incendi, ma anche loro non hanno potuto risolvere il problema alla radice”.

Ma chi si prende la briga di venire a portare illecitamente rifiuti di vario tipo in questo punto di via San Damiano che, tra le altre cose, confina con un’azienda impegnata nel commercio di materiali ferrosi e metallici?

“Ho fatto due denunce alla Polizia Locale di Monza, la prima otto mesi fa e la seconda due, segnalando la targa di due veicoli che ho sorpreso a fare sversamenti abusivi davanti casa mia e ho anche ricevuto minacce da un’altra persona che compiva un’operazione simile, ma l’impressione è che le istituzioni e le autorità preposte non facciano nulla” afferma, con un tono disperatamente sconsolato, l’ancora combattivo 67enne.

Eppure una soluzione, seppure parziale, il signor Leonardo l’avrebbe anche trovata. “Ho proposto al Comune di mettere delle telecamere di videosorveglianza e mi sono anche mostrato disponibile a risolvere il problema dell’allacciamento dell’energia elettrica – spiega – quando poi ho deciso di installare, a mie spese, delle telecamere, il Comune mi ha imposto di non attivarle perché sarebbero poste in una zona privata. Così ora sono lì, ma non funzionano”.

Quando andiamo via, il signor Ciavarella ci lancia un ultimo appello: “Qui siamo totalmente abbandonati, a nessuno importa che viviamo tra i rifiuti e circondati dal pericolo – conclude – confido in voi, datemi una mano”. Noi di MBNews, oltre ad agitarla per un educato saluto, abbiamo provato a contattare l’assessore del Comune di Monza alla Sicurezza, Mobilità, Viabilità e Polizia locale, Federico Arena. Aspettiamo una sua risposta. Che magari porti qualcosa di nuovo e positivo al signor Leonardo e agli abitanti di questa zona del capoluogo della Brianza.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi