Attualità

Cesano, movida fuori controllo: lancio di bottiglie contro le Forze dell’Ordine

Due persone sono state fermate, una è stata identificata dagli uomini dell'Arma e rilasciata perché non coinvolta, l’altra è stata accompagnata alla Tenenza cittadina.

carabinieri generica

Movida osservata speciale a Cesano Maderno. Carabinieri, Polizia Locale e Polizia Provinciale hanno fatto ancora una volta quadrato e, ieri sera, hanno effettuato controlli nei luoghi dove maggiormente si verificano situazioni di assembramenti potenzialmente pericolosi.

ABUSO DI ALCOL DA PARTE DI TROPPI MINORI

Verso le 23.30, in piazza Facchetti, all’arrivo delle pattuglie, erano presenti circa 200 persone, quasi tutti minori, intenti a bere e ad ascoltare musica ad alto volume. Immediatamente è iniziato il lancio di bottiglie di vetro all’indirizzo delle Forze dell’Ordine. Nel tentativo di fermare gli autori, un Carabiniere è caduto riportando diverse escoriazioni. Due persone sono state fermate, una è stata identificata dagli uomini dell’Arma e rilasciata perché non coinvolta, l’altra è stata accompagnata alla Tenenza cittadina. Dopodiché la situazione è tornata sotto controllo, ma rimangono le criticità legate agli assembramenti e all’abuso di alcol da parte di troppi minori.
Eventi che ultimamente si susseguono un po’ ovunque, non solo a Cesano Maderno: gruppi di persone, molto spesso minorenni e provenienti da fuori città, si danno appuntamento in alcune piazze e vie, sotto l’effetto di alcol o di sostanze stupefacenti, arrecano disturbo tutta la notte, sporcano e vandalizzano la città, divenendo anche pericolosi per se stessi e per gli altri.

ORDINAZA SUL CONSUMO DI ALCOL

È un fenomeno che ha indotto il Sindaco Maurilio Longhin, d’accordo con la Prefettura e le Forze dell’Ordine, ad emettere un’ordinanza specifica che vieta il consumo di bevande alcoliche in alcuni luoghi della città teatro di scorribande notturne.
L’ordinanza non vieta ai bar e locali la possibilità di servire e consumare nei propri spazi, all’aperto o al chiuso, anche bevande alcoliche nei termini di legge, né tanto meno intende limitare il naturale e sano desiderio di aggregazione dei giovani e non solo. L’ordinanza è uno strumento che permette alle Forze dell’Ordine di intervenire con sanzioni per meglio contrastare e arginare l’abuso di alcol e di sostanze soprattutto da parte di giovanissimi nei luoghi pubblici o di uso pubblico che spesso diventano teatro di vandalismi e molestie alla quiete pubblica. I controlli e i numerosi sacchetti abbandonati sul posto dimostrano che spesso queste persone si riforniscono di bottiglie di alcolici nei supermercati.

SITUAZIONE DELICATA 

Siamo di fronte ad un grave e diffuso problema sociale ed educativo, che ha conseguenze pesanti sull’ordine pubblico. La situazione rimane delicata, ma la città è presidiata e i controlli sono costanti. L’Amministrazione c’è e ha al suo fianco la Polizia Locale, la Polizia Provinciale e i Carabininieri, che ringrazia per lo straordinario impegno, svolto con equilibrio e senso di responsabilità anche nei momenti più concitati” commenta il sindaco.