24 Giugno 2021 Segnala una notizia
"Amici della Musica di Monza" riparte: domenica 13 giugno Trio Cavalazzi in concerto 

“Amici della Musica di Monza” riparte: domenica 13 giugno Trio Cavalazzi in concerto 

11 Giugno 2021

Gli Amici della Musica di Monza è un’associazione senza fini di lucro, nata nel gennaio del 2012, dall’esperienza trentennale dei suoi promotori, Tiziana Gori e Valerio Premuroso, nell’ambito della concertistica (un migliaio di concerti organizzati). Ogni giorno, ormai da oltre 8 anni, si occupa della promozione e della diffusione della musica in tutte le sue declinazioni: concerti, conferenze, concorsi, seminari, senza tralasciare la preziosa valorizzazione di giovani interpreti. Domenica 13 giugno 2021, riparte in grande stile con il concerto del Trio Cavalazzi, a Villasanta.

La storia di Amici della Musica di Monza

Da quando è nata, l’associazione ha organizzato oltre 270 i concerti in diverse località, ben oltre i confini di Monza e del suo territorio (Milano, Como e provincia, Casalpusterlengo, Sermoneta, Capri, Savona, Pisa), per Enti pubblici e privati, anche con finalità benefiche. I Teatri, le sale da concerto, gli auditorium e le chiese, hanno fatto da raffinata cornice alle esibizioni musicali. Non sono mancati anche spazi all’aperto, come Chiostri, Cortili e Giardini.

Gli Amici della Musica di Monza hanno accolto artisti italiani e stranieri, nomi di grande prestigio internazionale, vincitori di concorsi internazionali, docenti di Conservatorio e Accademie, in veste di solisti, in piccole formazioni da camera come duo, trio, quartetto, quintetto, ma anche orchestre da camera e sinfoniche. In tutte le formule proposte il riscontro positivo del pubblico e della critica è stato costante e unanime. Soddisfatti anche gli amministratori locali.

L’associazione, forte della sua grande esperienza, ha prestato sempre grande attenzione alla scelta delle location, dei programmi, e ha lavorato costantemente nel rispetto massimo delle normative vigenti e di tutte le autorizzazioni necessarie. Oggi, a un anno e mezzo di distanza dall’inizio della pandemia, questa attenzione, se possibile, è ancor più marcata.

Tiziana Gori: “Ogni concerto è un’emozione”

“L’organizzazione dei primi concerti risale ai primi anni ’80, sotto l’egida di associazioni quali la Società di Concerti Corona Ferrea e la Gioventù Musicale d’Italia. Quelle esperienze sono confluite, nel 2012, nell’Associazione Culturale Amici della Musica con l’intento di valorizzare la musica classica in tutte le sue forme e promuoverla attraverso concerti, festival, rassegne, corsi, con artisti di chiara fama e giovani talenti emergenti. Dal 2012 a oggi sono stati organizzati oltre 270 concerti, tutti e sempre nel rispetto di tutte le norme vigenti”, racconta a MBNews, Tiziana Gori, una delle fondatrici dell’associazione, con un bagaglio esperienziale di oltre 1000 concerti organizzati.

Tiziana Gori e il Direttore Artistico, Valerio Premuroso, docente di Pianoforte Principale al Conservatorio Verdi di Milano con una carriera concertistica internazionale sulle spalle, sono le colonne portanti dell’associazione.

Tra gli oltre 270 concerti organizzati per Amici della Musica di Monza, quale sarà stato il più significativo?

“Difficile dirlo, per nostra fortuna non è stato soltanto uno! Abbiamo inviato grandi artisti che hanno lasciato segni profondi con le loro interpretazioni, abbiamo ospitato ragazzi di grande talento che ci hanno stupito e abbiamo organizzato eventi speciali che ci hanno coinvolto a tutto tondo. Insomma, ogni concerto è comunque un’emozione: l’artista può piacere ad alcuni e non ad altri, ma l’esibizione dal vivo lascia sempre e comunque un segno”, confida la Dott.ssa Gori.

“E’ difficile quindi individuare IL concerto, penso piuttosto di poter individuarne alcuni, che a proprio modo, hanno lasciato un ricordo indelebile. Penso ad esempio al recital del pianista Sergio Fiorentino per l’aura spirituale che ha pervaso un’interpretazione memorabile e commovente, al recital pianistico di Sviatoslav Richter per l’importanza “musicale” dell’artista e del luogo (la Villa Reale, correva l’anno 1985…), e ai concerti con pianoforte e con orchestra del violinista Uto Ughi, quale evento mediatico di grande risonanza”, conclude la fondatrice.

Domenica 13 giugno: Trio Cavalazzi in concerto 

Ed ecco che, come annunciato in apertura, Gli Amici della Musica di Monza ripartono ufficialmente domenica 13 giugno, con il concerto del Trio Cavalazzi, formato dai fratelli Alessio (violino), Elisa (violino-viola) e Andrea (violoncello). L’appuntamento, che si inserisce nei “Pomeriggi Musicali” promossi dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Villasanta, è per le ore 16.30, nel Cortile di Villa Camperio, a Villasanta (Via Confalonieri 55).

Le performance del Trio spaziano dalla musica classica al jazz, dal pop al rock in un nuovo concetto di musica da camera, serio ma moderno, classico ma innovativo. Saranno eseguiti brani di G.F. Haendel,  A. VIvaldi , W.A. Mozart, A. Dvoràk , G. Bizet…ma anche The Pink Panther di H. Mancini e brani di D. Bowie e Radiohaed! Gli Amici della Musica li hanno già avuti ospiti e il successo ottenuto è sempre stato grandissimo: la loro musica è ispirata, carica di entusiasmo e ricca di effetti sorprendenti.

Le prenotazioni, oltre a quanto riportato dalla locandina, si possono anche effettuare scrivendo all’indirizzo  [email protected] o chiamando il numero 3405946486 (anche WhatsApp).

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi