Attualità

Vimercate, riaperta via Rota con ciclabili e cipressi. E a Oreno è tornata la pace

Si sono conclusi i lavori di riqualificazione della storica strada che hanno sollevato per mesi un'accesa polemica

oreno-vimercate-via-rota-aperta-viale-rimembranze-riqualificazione-mb

Riapre via Rota e si chiude la polemica. Si è concluso il 30 aprile il cantiere avviato lo scorso novembre per la riqualificazione della storica strada che collega Vimercate al borgo di Oreno e il risultato finale, anche con alcuni dettagli ancora mancanti, sembra aver messo a tacere le critiche che hanno accompagnato tutti i mesi in cui i lavori sono stati in corso.

Anche a seguito dell’intervento diretto da parte della Soprintendenza che, sollecitata dal comitato “Salviamo il viale delle Rimembranze”, ha inviato una lettera a inizio marzo a Palazzo Trotti, sono state apportate alcune modifiche al progetto iniziate ed è stato raggiunto un compromesso tra le esigenze del Comune di ridare decoro e funzionalità a una via lasciata in stato di degrado per anni e le richieste avanzate dal comitato di preservare gli elementi storici di una strada progettata nel 1927 per essere il viale delle Rimembranze di Oreno, in memoria dei Caduti della Grande Guerra.

Rispetto al progetto da 700mila euro approvato a luglio 2020 dall’Amministrazione comunale, e appaltato con un ribasso del 22,2% a 445mila euro, è stata aggiunta una variante in corso d’opera dal valore di poco meno di 70mila euro con cui sono state modificati alcuni elementi per rispettare le caratteristiche architettoniche del passato, assieme anche ad alcune esigenze del presente.

I cippi con le targhette con i nomi dei Caduti all’interno del cimitero di Oreno

Così al posto dei tigli inizialmente pensati, sono stati piantati dei filari di cipressi distanziati da siepi, è stato restaurato il monumento davanti all’ingresso del cimitero, verranno poi ricollocate lungo la strada le targhette con i nomi dei Caduti che nei decenni scorsi sono state spostate con i loro cippi all’interno del cimitero di Oreno, mentre per rispondere alle richieste avanzate nella consulta sono stati predisposti dei punti per l’allacciamento alla corrente elettrica da usare per eventi, in particolare durante la Sagra della Patata.

Completano l’intervento i nuovi marciapiede con piste ciclabili su entrambi i lati e separati dalla sede stradale, il ripristino delle esedre, in particolare quella davanti all’ingresso del cimitero che crea una sorta di nuova piazza, l’illuminazione con lampade a led e nuovi lampioni, mentre è previsto che venga installato anche un totem per illustrare la storia del viale delle Rimembranze di Oreno poi intitolato, dopo la seconda guerra mondiale, al partigiano vimercatese Iginio Rota.