18 Settembre 2021 Segnala una notizia
Con un congegno "sblocca porte" rubavano nelle auto: padre e figlio denunciati

Con un congegno “sblocca porte” rubavano nelle auto: padre e figlio denunciati

27 Maggio 2021

Nella giornata di ieri i poliziotti della Squadra Volante della Questura di Monza e della Brianza hanno scoperto e denunciato un 54enne italiano, per essersi reso responsabile di furti a bordo auto, a Monza, con una singolare modalità seriale. La vicenda è collegata all’individuazione e denuncia, avvenuta alcuni giorni prima, da parte della stessa Squadra Volante, del figlio di 38 anni del 54enne.

Entrambi, infatti, avevano adattato dei congegni installati sulle proprie autovetture che avevano lo scopo di disturbare le frequenze dei controlli di chiusura a distanza delle altre auto, individuate come obbiettivo. La tecnica adottata era sempre la stessa: si fermavano nei pressi del mezzo da derubare, nel momento in cui veniva parcheggiato, attivavano il congegno che impediva all’automobilista di chiudere il veicolo, senza che il proprietario se ne accorgesse.

Il congegno consisteva in una radio trasmittente sulla frequenza di 433 Mhz, che impediva al segnale del radio comando dell’auto di funzionare correttamente. Una volta che i proprietari delle vetture si allontanava, i due, anche separatamente, entravano in azione derubando dal veicolo rimasto aperto gli effetti personali, oggetti di valore o buste con merce appena acquistata.

Foto di repertorio MBNews

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi