28 Luglio 2021 Segnala una notizia
Recuperati i 12 dipinti della "Via Crucis" di Giovanni Battista Pittoni

Recuperati i 12 dipinti della “Via Crucis” di Giovanni Battista Pittoni

7 Maggio 2021

I 12 dipinti raffiguranti la “Via Crucis”, attribuiti all’artista Giovanni Battista Pittoni (1687-1797), sono stati recuperati dai Carabinieri del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale di Monza.

L’indagine è stata avviata alla fine del 2020, quando il Nucleo monzese ha scoperto che nel caveau dell’abitazione di un imprenditore residente a Milano erano custoditi dodici dipinti a olio su tela, raffiguranti le stazioni della Via Crucis.

I militari dello speciale Nucleo brianzolo hanno immediatamente provveduto a verificare la presenza del corpus pittorico nella “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti”, il più grande database di opere d’arte rubate al mondo. L’accertamento ha permesso di appurare che quei beni erano parziale provento di un furto, avvenuto il 22 febbraio 1996, in una villa di Lurago Marinone (CO).

L’imprenditore, indagato per il reato di ricettazione, non è stato in grado di documentare l’acquisto dei dodici dipinti, che sono quindi stati sequestrati e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria meneghina – Dipartimento VII – che ha diretto l’attività investigativa.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi