Ambiente

Due laghetti per fermare gli allagamenti a Oreno: pronto il progetto da 200mila euro

Intervento a carico di Brianzacque e approvato dal Comune: realizzerà due vasche a cielo aperto nella zona di cascina Varisco

vimercate-oreno-via-salaino-strada-chiusa-allagamenti-mb

Saranno due laghetti a risolvere i problemi degli allagamenti a Oreno durante i temporali. Due vasche di raccolta dell’acqua in eccesso realizzate lungo via del Salaino, nella fascia verde confinante con la pista ciclabile di via Pitagora sull’altra lato della strada rispetto ai casolari di cascina Varisco. E’ quello il punto dove si ripetono con frequenza grossi allagamenti ogni volta che ci sono forti precipitazioni perché in quella zona confluisce l’acqua che scende dai campi sovrastanti dell’area della Cavallera e, a causa anche delle caratteristiche del terreno poco permeabile, sovraccarica la rete fognaria e non viene smaltita.

L’area lungo via del Salaino dove sono previste le due vasche

Negli anni passati gli allagamenti nei pressi di cascina Varisco hanno causato anche smottamenti del terrapieno a lato di via del Salaino e, oltre a obbligare alla chiusura della strada per gli interventi di messa in sicurezza, sono arrivati a interessare le abitazioni e le aree private della zona. La soluzione è un’opera di ingegneria naturalistica, un intervento realizzato da Brianzacque srl e approvato la scorsa settimana dall’Amministrazione comunale, che replicherà a Oreno le tecniche di regimazione delle acque che sono già state sperimentate nel 2018 a Ruginello per risolvere gli allagamenti che si verificavano nella zona a nord di via Villanova.

Il progetto per Oreno, dal costo di poco più di 200mila euro interamente a carico della società pubblica che gestisce il servizio idrico in Brianza, prevede in una prima fase la realizzazione lungo la via del Salaino di due vasche a cielo aperto per l’accumulo e la dispersione al suolo dell’acqua eccessiva che si riversa dai campi. Allo stesso tempo saranno fatti anche lavori di rimodellamento del terrapieno e l’installazione di apposite tubazioni, mentre in fasi successive è possibile pensare di ampliare l’intervento per arrivare a distribuire le acque in eccesso fino a interessare i terreni privati del tratto di via del Salaino sul lato verso la Sp45.

Intanto, dopo l’approvazione del Comune del progetto esecutivo, è stata organizzato dalla consulta di Oreno un sopralluogo nel pomeriggio di sabato 22 maggio con gli amministratori comunali e i tecnici di Brianzacque che presenteranno sul posto i dettagli dell’intervento: la partecipazione è libera e il ritrovo è alle 15 in via del Salaino all’incrocio con via Pasteur.