17 Aprile 2021 Segnala una notizia
Dati sui vaccini disponibili per tutti, la battaglia in Regione del consigliere Carretta

Dati sui vaccini disponibili per tutti, la battaglia in Regione del consigliere Carretta

7 Aprile 2021

Chiede una vera e propria piattaforma di open data, con dati aggiornati, condivisi e monitorabili, Niccolò Carretta, il più giovane consigliere regionale lombardo di questa legislatura. Bergamasco, classe 1991, sta portando avanti quella che lui stesso difinisce “una battaglia per la trasparenza“, e per farlo parte dai numeri. “I dati – racconta Carretta a MBNews – se ben organizzati, sono lo strumento che ci permette di leggere l’andamento della campagna vaccinale”. E un primo risultato, dopo una battaglia a colpi di interrogazioni e richieste di accesso agli atti, il consigliere l’ha portato a casa: i dati della vaccinazione anti-Covid, comune per comune, suddivisi in categorie. “Una fatica estenuante – prosegue – ma che non risolve il problema: ho ottenuto quei numeri solo dopo numerose richieste e si tratta comunque di informazioni parziali e parzialmente superate. Serve un piano di trasparenza e condivisione: solo così faremo davvero del bene ai cittadini”.

Carretta: “Sono emerse le fragilità di questa Regione”

Non avrei mai immaginato di vivere una legislatura del genere“. È questa la prima cosa che ci dice il consigliere regionale Niccolò Carretta, 29 anni, alla sua prima esperienza in Regione Lombardia, tra i banchi della minoranza. Eletto con la lista di Gori, fa parte del gruppo misto e milita nel partito di Azione, la forza politica guidata a livello nazionale da Carlo Calenda, ex dem. Sui social ha costruito una community: tramite una pagina pubblica raccoglie richieste e sollecitazioni dai cittadini e fornisce loro info e chiarimenti sull’emergenza Covid.

La battaglia che sto portando avanti insieme ad altri colleghi è per rendere Regione Lombardia la casa di vetro che oggi non è – esordisce Carretta. – La gestione dell’emergenza Covid ha fatto emergere come la Regione, governata dagli stessi colori politici da anni, ha delle fragilità importanti. Fin dall’inizio i dati arrivavano in modo disorganizzato, e spesso molto poco aderenti alla realtà o già superati. Questo ci dice due cose, a mio parere: la prima è che regione Lombardia non ha mai avuto una politica veramente aperta e trasparente sui dati, la seconda è che con la pandemia è emerso che non ha contatti con i territori. Negli anni si è logorata la medicina territoriale e il rapporto con i sindaci, che sono stati sempre troppo poco coinvolti. La mia è una battaglia per la trasparenza, e non solo in termini valoriali, ma anche sostanziali. I dati dicono quello che succede: avrei voluto vedere una vera e propria piattaforma di open data, per monitorare a livello politico il numero dei vaccini comune per comune, categoria per categoria. Invece le informazioni sono sempre state date in modo totalmente indipendente, qualche volta in conferenza stampa, qualche volta a seguito di sollecitazioni”.

“Un elemento positivo che riscontriamo è il nuovo portale di registrazione di poste italiane – prosegue Carretta – E’ possibile prenotare l’hub vaccinale, il giorno e l’orario. I nostri over 75 si stanno registrando. La speranza è che dopo Pasqua la campagna entrerà nel vivo. Un cambio di passo rispetto a quello a cui siamo stati abituati”.

Cosa ci aspettiamo dai prossimi mesi? Ci sono tante incognite – conclude il consigliere. – Nella migliore delle ipotesi io mi auguro entro l’anno di vedere vaccinati tutti i cittadini, e che si possa poi andare al voto nel 2023 con una consapevolezza nuova, non dimenticando gli errori commessi. A spaventarmi, invece, è che possano verificarsi nuovi ritardi o inadempienze. I primi a pagare sarebbero, di nuovo, i cittadini”.

Nel caso da Regione qualcuno abbia qualcosa da aggiungere o replicare, scriva o chiami il giornale.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi