28 Luglio 2021 Segnala una notizia
A.C. Monza, intervista a Carlos Augusto: “Crediamo ancora nella promozione diretta in serie A”

A.C. Monza, intervista a Carlos Augusto: “Crediamo ancora nella promozione diretta in serie A”

28 Aprile 2021

La gamba di legno, come gli amici chiamavano Carlos Augusto quando era ancora poco più di un bimbo che tirava calci ad un pallone, forse non è ancora d’oro. Ma sicuramente è sulla buona strada per diventare di un materiale pregiato.

Perché il terzino sinistro del A.C. Monza, che ha compiuto 22 anni lo scorso 7 gennaio, alla sua prima stagione in Italia, con la maglia biancorossa ha fatto decisamente centro. Non solo nella porta delle squadre avversarie, dove ha trovato la rete già tre volte, rispettivamente contro Venezia ed Ascoli nel girone d’andata e Reggiana nel girone di ritorno, ma anche nel cuore dei tifosi e della società del patron Berlusconi e dell’amministratore delegato Galliani.

Carlos Augusto Zopolato Neves, questo il suo nome completo, acquistato dal Monza per 4 milioni di euro dal Corinthians, squadra in cui il giovane terzino è cresciuto ed ha esordito nel calcio professionistico, non sembra aver pagato più di tanto la lontananza, per la prima volta nella sua carriera agonistica, dal natio Brasile.

Anzi, in attesa del rush finale del campionato di serie B, Carlos, con 26 partite disputate su 34, al netto del Covid, di qualche infortunio e di una squalifica rimediata dopo l’espulsione nel match contro il Pordenone, ha dimostrato di avere duttilità tattica e qualità tecniche soprattutto in fase offensiva sulla fascia sinistra. Dove ha garantito quasi sempre una corsa costante ed efficiente. Tanto che alle tre reti ha fino ad ora aggiunto anche due assist.

Carlos, che ha nel suo palmares anche sei presenze nel Brasile U20 e può contare su altri tre anni di contratto con il Monza, non sembra pensare più di tanto al suo prossimo futuro. E nemmeno ai corteggiamenti di club di serie A come Genoa, Fiorentina e, perfino, a quanto sembra dai rumours di mercato, Inter e Roma.

“Sono concentrato solo sul mio obiettivo, che è andare in Serie A col Monza e giocare in Serie A col Monza – afferma il difensore brasiliano, appassionato di cucina e videogame, in quest’intervista rilasciata ad MBNews durante questo periodo di pausa del campionato di serie B, che per i biancorossi riprenderà sabato 1 maggio alle ore 14 con la trasferta contro la Salernitana – vogliamo fare di tutto per arrivare in serie A direttamente”.

Ciao Carlos, come giudichi la tua prima stagione con il Monza quando mancano solo 4 partite alla fine del campionato?

Sono felice per la mia stagione. Si sa che quando si va in un altro Paese abituarsi e adattarsi non è sempre facile, ma sono contento per quello che ho fatto finora. Mi trovo molto bene in questo gruppo. La società biancorossa, il mister Brocchi e i compagni mi hanno aiutato molto a inserirmi ed è stato tutto naturale.

Nel Corinthians, la tua precedente squadra, avevi realizzato solo una rete in 22 partite. Ti aspettavi di farne 3 con il Monza al primo colpo?

Non me lo aspettavo e sono molto contento per questo. Adesso, però, sto soprattutto lavorando per fare di più ed aiutare la squadra.

Dopo un buon girone d’andata, chiuso al secondo posto in classifica, il Monza ha avuto un deciso calo nel ritorno. Cosa è successo? La storica promozione diretta in serie A è ancora possibile oppure ormai siete mentalmente pronti per giocarvi i play-off?

Sappiamo che il nostro girone di ritorno non è stato sempre positivo, ma abbiamo ancora la possibilità di centrare la promozione diretta. Noi vogliamo fare di tutto per arrivare in serie A direttamente. Se poi andremo ai play-off dovremo essere forti mentalmente e focalizzati sull’obiettivo. La serie B è un campionato difficile e tutti gli avversari, che eventualmente dovremo affrontare ai play-off, sono in grado di esprimere qualità. Io, però, sono concentrato su quello che può fare il Monza. Siamo forti e, secondo me, siamo pronti per andare in serie A.

Il tuo contratto con il Monza scadrà nel 2024. Sei richiesto anche da club di serie A. Dove sogni di giocare di giocare in futuro?

Adesso non penso alla mia carriera futura. Sono concentrato solo sul mio obiettivo, che è andare in Serie A col Monza e giocare in Serie A col Monza. E’ chiaro che tutti i calciatori sognano ad esempio di giocare la Champions League, ma ora sono felice nel club in cui gioco e voglio fare un passo alla volta.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi