14 Maggio 2021 Segnala una notizia
Monza, il Liceo Frisi quasi imbattibile: è secondo in Italia alle Olimpiadi di Debate

Monza, il Liceo Frisi quasi imbattibile: è secondo in Italia alle Olimpiadi di Debate

28 Aprile 2021

Il Liceo scientifico statale “Paolo Frisi” di Monza si è fermato a Santeramo in Colle. No, non è la versione brianzola di “Cristo si è fermato a Eboli”, il famoso romanzo di Carlo Levi. E’, invece, la sintesi, se ci è consentito, vagamente letteraria, di quanto successo nell’edizione 2021 delle Olimpiadi italiane di Debate.

Lo storico istituto scolastico di via Sempione, infatti, alla prima partecipazione a questa competizione basata su una metodologia didattica di tipo attivo, ispirata al modello del Parlamento inglese, che cerca di inculcare negli studenti, il gusto del dibattito quale strumento di pensiero creativo e di comunicazione efficace ed adeguata, si è arreso soltanto nella finalissima nazionale disputata contro l’IISS (Istituto di istruzione secondaria superiore) “Pietro Sette”. Che ha la sua sede, per l’appunto, a Santeramo in Colle, in provincia di Bari.

La squadra del Liceo Frisi, composta dagli alunni Sofia Rossi, Guglielmo La Bella, Lorenzo Catelani, Andrea Profili, in rappresentanza della Lombardia, aveva battuto la Puglia nella fase a girone della finale nazionale della quarta edizione delle Olimpiadi di Debate. Ma, poi, nell’atto conclusivo della manifestazione, che si è svolta totalmente on line causa Covid-19, si è arresa contro gli stessi avversari, Carlo Lella, Alessandro Sirressi, Daniele Giove e Suamy Guerra, nella gara incentrata sul topic “L’accesso alle risorse idriche di ogni Stato dovrebbe essere amministrato da una agenzia sovranazionale gestita dall’ONU”.

“La squadra pugliese ha cambiato strategia rispetto alla fase a girone, noi invece abbiamo confermato lo schema che ci aveva fatto vincere la prima volta – spiega Luigi Ernesto Arrigoni, docente del Liceo Frisi e coach del team monzese insieme alla professoressa Gianna Salati – nella finalissima sicuramente ha pesato anche la stanchezza dei nostri quattro ragazzi, molto impegnati nella didattica a distanza e l’esperienza della squadra dell’IISS “Pietro Sette”, un istituto capace di vincere le Olimpiadi nazionali di Debate nel 2017 ed arrivare secondo nel 2020”.

“Per noi, comunque, arrivare fino in fondo tra 18 squadre provenienti da altrettante Regioni italiane è stata come una vittoria – continua Arrigoni – non ci aspettavamo un tale risultato, anche perché praticamente partivamo da zero ed eravamo al debutto nella manifestazione. Ho visto la nostra squadra migliorare di volta in volta la tecnica di gara sia nei tempi che nella distribuzione delle tematiche”.

Il Frisi, che ad inizio marzo si era laureato campione regionale lombardo di Debate, dopo aver vinto anche la selezione interprovinciale, ha conquistato la finalissima nazionale della competizione vincendo tutte e cinque le gare della fase a girone contro Sardegna, Liguria, Puglia, Abruzzo e Sicilia e superando poi la Calabria nella semifinale.

“Tra gli argomenti oggetto dei dibattiti c’era l’assistenza ospedaliera gestita da agenzie pubbliche, mentre contro la Calabria il topic è stato sull’opportunità che le forze dell’ordine debbano avere un codice elettronico identificativo – spiega il docente coach della squadra monzese – come si può notare tutti temi di grande attualità”.

Per i quattro alunni dello storico istituto di via Sempione, che hanno ricevuto le congratulazioni anche dalla preside, Lucia Castellana e dalla sua vice, Nadia Buraglio, il Debate non si conclude con il secondo posto alle Olimpiadi nazionali. “Noi come rappresentanti della Lombardia e la Puglia siamo stati invitati a partecipare l’anno prossimo ad una gara internazionale che si svolgerà, naturalmente, in lingua inglese – annuncia Arrigoni – speriamo che l’evento possa avvenire in presenza, in modo che i nostri alunni abbiano la possibilità di fare un’esperienza all’estero interessante”.

“Nel frattempo, comunque, l’essere arrivati in fondo alle Olimpiadi nazionali di Debate, attraverso i video presenti su Youtube, consentirà ai nostri alunni di essere visti in tutta Italia dalle squadre che si prepareranno per le prossime edizioni della manifestazione – continua – una vetrina gratuita anche per il Frisi come scuola più in generale”.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi