27 Luglio 2021 Segnala una notizia
Il Covid come opportunità? La consulente Anna vi aiuta a trovare possibili strade

Il Covid come opportunità? La consulente Anna vi aiuta a trovare possibili strade

19 Aprile 2021

Da quando siamo stati travolti dal Covid-19, di cui non riusciamo ancora a vedere la fine del tunnel, crisi è una delle parole che ci capita di ascoltare o leggere di più. Le forme della crisi, però, nascono molto prima della pandemia e, soprattutto, sono più variegate. Semmai il Covid sta contribuendo ad accentuare situazioni di disagio e malessere che nella vita personale, familiare e lavorativa già da tempo covavano sotto le ceneri delle abitudini quotidiane.

Ma capire verso quale strada orientare la propria necessità di cambiamento non è sempre facile. Si può anche rischiare di finire su percorsi ancora più complicati e limitanti. Ecco perché esistono figure professionali come il Counselor, che sono esperte nell’accompagnare le persone nel prendere decisioni, acquisire maggiore consapevolezza e sviluppare le proprie risorse personali e relazionali.

Anna Capogreco (nella foto in alto), che da 15 anni si occupa di famiglie come operatore sociale e ha una formazione professionale da Counselor sistemico-relazionale, è specializzata in un intervento di aiuto personalizzato e focalizzato al cambiamento attraverso colloqui sia in presenza e/o a distanza.

“Non sono un medico né una psicoterapeuta, ma offro alle persone percorsi concordati e brevi, tendenzialmente di 10 o 15 incontri con la possibilità di rinegoziarli periodicamente, che sono strutturati su obiettivi specifici, sul qui e ora – spiega Capogreco, che ha il suo studio a Villasanta, ma riceve anche a Monza – emotivamente è faticoso aprire lo sguardo a possibili nuovi scenari di benessere quando sei dentro il problema. Darsi un tempo e uno spazio di ascolto è prioritario per riprendere contatto con i propri bisogni”.

LE AREE DI INTERVENTO

 Le situazioni critiche per cui potersi rivolgere alla consulenza di Anna Capogreco vanno dalla crisi di coppia al conflitto tra genitori e figli adolescenti, dalle inaspettate crisi personali fino al sostegno a famiglie che hanno bambini con disabilità o dove è necessario esplorare insieme le necessità concrete ed affettive dei più piccoli.

Tra gli ambiti professionali di cui, soprattutto con l’avvento del Covid, si sta occupando di più la Counselor Capogreco nella sua attività professionale, c’è sicuramente il cambiamento lavorativo. “La cosa più evidente è che, con la pandemia, è in aumento un senso di paura e vulnerabilità, anche in quelle persone che ritenevano di avere una stabilità lavorativa – sostiene Anna – emerge la necessità di essere capaci, flessibili e sapersi reinventare, anche con l’acquisizione, attraverso scelte formative, di abilità che ci permettano di riposizionarci all’interno delle funzioni lavorative e in più ruoli”.

“Nel contesto lavorativo situazioni critiche, in cui si vive uno stato di stallo in cui si pensa di non avere più risorse, vedono protagoniste spesso le donne che, anche a causa delle restrizioni imposte dal Covid, fanno fatica a conciliare lavoro e famiglia – continua – ne emerge una sensazione di forte alienazione e frustrazione, l’essere fondamentalmente soli perché non ci si sente adeguatamente considerati”.

La donna è il soggetto principale anche di un’altra branca dello Spazio di Counseling della dottoressa Capogreco, quella materno-infantile. “Nel mio compito di orientare al cambiamento lavoro anche sul preparare a diventare genitori sia prima che dopo la nascita del bambino – spiega – in questa direzione collaboro con altre figure professionali, dalle ostetriche ai medici”.

Uno degli strumenti di lavoro più utilizzati da Anna Capogreco sono le Costellazioni, un metodo di esplorazione fenomenologico ed esperienziale che aiuta a sciogliere disagi e conflitti. “Serve per mettere in scena i posizionamenti delle persone nei loro sistemi di vita – spiega la Counselor – la facilitazione di tale pratica non è direttiva ma conduce, attraverso serate tematiche ed informative, al prendere consapevolezza di come anche solo micro spostamenti siano funzionali nel ritrovare nuovi equilibri di benessere al sistema stesso”.

Ecco i riferimenti della Dott.ssa Anna Capogreco:

Tel. 3338364359

E-mail: [email protected]

*Pubbliredazionale

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi