15 Aprile 2021 Segnala una notizia
Il Covid-19 ha fermato tutto... ma non le attività della Cisl Monza Brianza Lecco

Il Covid-19 ha fermato tutto… ma non le attività della Cisl Monza Brianza Lecco

1 Aprile 2021

La pandemia di Covid-19, che da oltre un anno sta tenendo sotto scacco l’intero Paese, ha fermato tutto, ma non le attività degli uffici della Cisl Monza Brianza Lecco. Nonostante l’annus horribilis appena trascorso, il sindacato brianzolo ha scelto di rimanere presente sul territorio, per rispondere alle molteplici esigenze dei cittadini e dei lavoratori, spesso in difficoltà a causa di situazioni straordinarie, mai affrontate in precedenza.

Basti pensare ad esempio ai problemi per le famiglie legati alla chiusura improvvisa delle scuole, oppure alle difficoltà amministrative correlate all’entrata in cassa integrazione da parte di persone, che non ne avevano mai usufruito in precedenza.

La situazione sul territorio è stata resa ancor più complessa dal fatto che molte delle amministrazioni pubbliche hanno optato per lo smartworking, ciò ha praticamente azzerato il dialogo e il confronto con l’utenza. In questo scenario di vero e proprio smarrimento per i cittadini, la CISL ha dato un segnale concreto, scegliendo concretamente di rimanere accanto a chi si è trovato a dover fronteggiare bisogni fino ad allora sconosciuti.

Non appena le misure di contenimento lo hanno consentito dunque, gli sportelli della Cisl sono stati riaperti in sicurezza nelle sedi e nei recapiti, garantendo le tutele del Patronato, del Centro Assistenza Fiscale, dell’Ufficio Vertenze e dello Sportello Lavoro, ovvero dei Servizi che accompagnano il core business più tradizionale dell’attività sindacale. “Come sindacato – spiega il segretario generale Mirco Scaccabarozzi – abbiamo inoltre verificato che i protocolli anti-Covid venissero rispettati sul territorio”.

I numeri prodotti dalle attività svolte dai vari uffici della Cisl brianzola sono la testimonianza diretta dell’enorme lavoro svolto sul campo a contatto con i cittadini, nei momenti più difficili di questo complicato periodo storico.

L’attività del CAF

Entrando nel dettaglio, per quanto riguarda il CAF, le attività ad esso connesse si sono svolte in 21 sedi della Provincia di Monza, da Monza a Vimercate, da Brugherio a Carate. Nonostante le difficoltà gestionali legate alla tutela della salute di utenti e operatori, il numero di pratiche di 730 svolte si è attestato attorno alle 34.000. La campagna fiscale di quest’anno, lo ricordiamo, partirà il 19 aprile (per informazioni e prenotazioni numero verde 800800730, www.cafcisl.it).

Quanto alle pratiche ISEE, indispensabili per l’accesso alla maggior parte dei Bonus emanati dal Governo a sostegno delle famiglie, il loro numero ha sfiorato le 8.000. In crescita il numero delle famiglie che si sono affidate al servizio Colf e Badanti: tale attività ha registrato un incremento di circa il 13%.

Le nuove pratiche di accesso al Reddito di Cittadinanza sono state invece 118. Tale numero, apparentemente esiguo, è in realtà legato al fatto che chi ne aveva diritto, aveva già prodotto richiesta l’anno precedente, come testimoniano le 557 domande del 2019 (con la copertura dei 18 mesi previsti dalla norma).

Alcune tipologie di pratiche hanno invece subito una forte contrazione, in ragione di proroghe o sospensioni previste dalla legge, a causa della pandemia e delle variazioni normative. Un esempio è costituito dall’abolizione della TASI. Quanto alle pratiche IMU, nonostante la scadenza slittata a fine febbraio 2021, già al 31/12 il loro numero aveva superato le 6.000, a fronte delle 5.600 del 2019.

L’attività 2020 del patronato Inas Cisl comprende 23.000 interventi sfociati nell’attivazione di una richiesta diretta all’Inps oppure all’Inail. A questi vanno aggiunte le consulenze telefoniche (oltre 2.000) gestite dagli operatori, rivolte a fronteggiare i bisogni creati dalla situazione socio-economica.

Congedi, Indennità e Reddito di Emergenza

Particolare attenzione va posta sull’attività direttamente collegata all’emergenza Covid-19, che ha impegnato gli operatori nella gestione di quasi 2.000 richieste di congedi/indennità e Reddito di emergenza. Confrontando i dati con quanto comunicato dall’Inps nel resoconto annuale appena pubblicato, emerge che il 22% dell’attività della sede di Monza dell’Istituto previdenziale è stato patrocinato dall’Inas Cisl.

Ufficio Vertenze

Considerevole è stato anche il lavoro svolto dall’ufficio Vertenze, che nel corso del 2020 ha gestito pratiche che riguardano circa 3.000 lavoratori/trici, di cui oltre 1.800 nella sola provincia di Monza. In riferimento alle pratiche collettive, la parte più rilevante riguarda le procedure concorsuali, mentre sulle vertenze individuali prevalgono il recupero crediti, le opposizioni al licenziamento e il controllo buste paghe. L’Ufficio Vertenze, sempre nel corso del 2020, ha recuperato, nella nostra provincia, oltre 4,5 milioni di euro.

“Denaro – sottolinea il segretario Enzo Mesagna – che siamo riusciti a riportare nelle tasche di lavoratrici e lavoratori”. Complessivamente l’Ufficio ha seguito quasi 1.500 dimissioni (750 a Monza) e oltre 400 conciliazioni individuali.

Lo Sportello Lavoro ha poi preso in carico circa 2500 persone; sono state effettuate 2.342 Naspi, di cui quasi 1.100 nella nostra provincia, e accompagnate nella compilazione dei curricula vitae quasi 300 persone.

Lo IAL

Infine lo IAL ha offerto occasioni formative a oltre 100 persone che, solo in provincia di Monza, sono state prese in carico e inserite nei vari percorsi di politiche attive di Regione Lombardia (Dote Unica Lavoro e azioni di rete ). I temi formativi hanno riguardato prevalentemente il settore della logistica, come la gestione del magazzino, e il comparto delle pulizie con la specializzazione legata alla sanificazione degli ambienti lavorativi e civili in epoca Covid.

Sempre alta rimane anche l’attenzione nei confronti della disabilità: 20 persone sono state prese in carico (di cui una parte importante con disabilità grave) per un inserimento mirato nel mondo del lavoro, attraverso percorsi formativi e tirocini ad hoc.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi