Politica

Trenord, Arcore perde la biglietteria. Per ora non Desio e Seveso

"È curioso vedere che nel 2021, designato anno europeo delle ferrovie, la Lombardia privi i pendolari di servizi così importanti - ha commentato il consigliere di M5S Marco. - Senza questi luoghi le stazioni rischiano di diventare terra di nessuno”.

stazione-arcore1-fs-mb

Arriva un punto definitivo sulla questione delle chiusure delle biglietterie nelle stazioni ferroviarie. Dopo settimane di tira e molla, incertezze, botta e risposta politici e qualche nervosismo, arriva il verdetto da Regione Lombardia: chiude la biglietteria di Arcore, restano quelle di Desio e Seveso.

Biglietterie Trenord: chiusa quella di Arcore dal 1° aprile

Dopo le chiusure delle biglietterie di Sesto Calende, Caloziocorte, Tradate e Abbiategrasso, da aprile chiuderanno anche quelle di Arcore, Rovato, Vanzago-Pogliano, Malnate, Canegrate, Novate Milanese e Chiavenna, mentre dal 1° maggio quella di Stradella. A confermarlo è l’assessore ai Trasporti di Regione Lombardia, Claudia Terzi, che ha risposto a un’interrogazione del consigliere del Movimento 5 Stelle, Nicola Di Marco, in cui il pentastellato chiedeva delucidazioni riguardo la chiusura di dieci biglietterie Trenord.

In Brianza sono salve (per ora), seppur con orari rimodulati, le sedi di Seveso e Desio, che nelle scorse settimane erano state oggetto di un vero e proprio dibattito politico. Niente da fare, invece, per la stazione di Arcore che chiuderà i battenti il 1° aprile: nemmeno la petizione lanciata dai cittadini su Change.org e le prese di posizione del consigliere leghista, Alessandro Corbetta, hanno fatto cambiare idea alla società di trasporti. La notizia della chiusura del punto arcorese era stata rilasciata qualche giorno fa dalla sindaca, Rosalba Colombo, tramite i suoi profili social.

“È curioso vedere che nel 2021, designato anno europeo delle ferrovie, la Lombardia privi i pendolari di servizi così importanti – ha commentato il consigliere di Marco. – Senza questi luoghi le stazioni rischiano di diventare, purtroppo, terra di nessuno”.

Lavori in corso: modifiche alla circolazione dei treni

Quello di aprile sarà anche mese di lavori per le ferrovie. Modifiche alla circolazione dei treni si registreranno fra le stazioni di Carnate-Usmate e Calolziocorte-Olginate. Come riportato dal giornale Lecco Online, le variazioni, che riguarderanno le giornate dal 2 al 5 aprile, nonché quelle di sabato 10 e domenica 11, sono dovute a una serie di lavori di potenziamento infrastrutturale programmati da RFI, che comporteranno, tra le altre cose, anche cancellazioni e cambi di orari.
Sulla Milano Centrale-Sondrio-Tirano le corse dei treni “RE”, salvo alcune eccezioni, verranno effettuate ogni due ore e con una nuova numerazione, lungo un percorso alternativo tra Calolziocorte – via Ponte San Pietro – e Carnate-Usmate.