28 Luglio 2021 Segnala una notizia
Carate, vìola i domiciliari e si avvicina alla vittima (di violenza sessuale) 15enne: arrestato

Carate, vìola i domiciliari e si avvicina alla vittima (di violenza sessuale) 15enne: arrestato

19 Aprile 2021

Nei giorni scorsi un 74enne campano, da anni residente a Carate Brianza, è stato arrestato dai Carabinieri, per aver tentato di avvicinare la vicina di casa di 15 anni, nonostante fosse ai domiciliari per violenza sessuale consumata proprio nei confronti della stessa minorenne.

L’uomo, coniugato e pensionato, era riuscito a farsi accordare dal Tribunale di Monza la possibilità di scontare la pena nell’abitazione adiacente a quella della giovanissima, in virtù di una presunta necessità medica.

L’arresto è giunto a seguito di ripetute violazioni delle prescrizioni imposte al 74enne. Nello specifico, l’anziano, già condannato a due anni e otto mesi, non ha ottemperato alla prescrizione di non avvicinarsi alla 15enne.

I fatti

Tutto ha origine da una denuncia, sporta dai genitori di una 15enne, il 22 maggio 2020. È la storia di un vicino di casa amico di famiglia che si era reso disponibile ad accompagnare quotidianamente la ragazza (13enne, all’epoca del primo tra i fatti incriminati, nel 2018) a scuola.

Dopo due anni di violenze e molestie, un giorno la ragazza ha trovato il coraggio di riprendere di nascosto la scena e così, dopo esser salita nella solita macchina per tornare da scuola, ha azionato la videocamera del proprio cellulare e ha iniziato a riprendere i palpeggiamenti che subiva. Dopodiché, una volta tornata a casa, ha raccontato tutto ai genitori che hanno sporto immediatamente denuncia.

A quel punto i Carabinieri di Carate Brianza hanno eseguito tutti gli accertamenti investigativi del caso e il 17 ottobre 2020 hanno proceduto all’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari nei confronti dell’indagato per violenza sessuale aggravata (ex artt. 609bis e ter), nel frattempo trasferitosi a Benevento a casa della sorella.

Dopo poche settimane però, per motivi di salute, il 74enne è stato costretto a tornare a Carate e subito si è reso protagonista di numerose violazioni dei domiciliari, non solo, si è anche avvicinato alla vittima nonostante il divieto (usciva senza permessi e stazionava di fronte casa della vittima e talvolta si avvicinava alla porta dell’abitazione). In ragione di ciò, nel mese di febbraio scorso sono scattati ulteriori aggravi della misura. A quel punto l’uomo ha deciso di tornare a Benevento.

A metà marzo ha poi fatto ritorno a Monza, per il processo di primo grado, all’esito del quale è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione. Nella circostanza, in seguito a un’istanza motivata dalla necessità di cure mediche, il giudice lo ha autorizzato a tornare a scontare i domiciliari nella propria abitazione di Carate.

Ancora una volta però l’uomo ha violato le prescrizioni impostegli con varie uscite non autorizzate e tentativi di avvicinamento alla vittima culminate con l’arresto in esecuzione dell’ordinanza di qualche giorno fa.

Foto di repertorio MBNews

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi