Attualità

Vimercate, scattano le multe automatiche nella Ztl: previsti 3 contrassegni per gli autorizzati

Approvato l'uso della telecamera con lettura delle targhe in via Vittorio Emanuele: sarà attiva dopo 30 giorni di prova

vimercate-via-vittorio-emanuele-ztl-centro-mb2

Non c’è più scampo per automobilisti furbetti o distratti che entrano nella zona a traffico limitato di Vimercate: la multa adesso scatta in modo automatico. E’ pronta per essere accesa la nuova telecamera di controllo degli accessi della Ztl, l’occhio elettronico posizionato lungo via Vittorio Emanuele II nel punto in cui, passata la svolta verso via Terraggio Molgora, inizia l’area del centro storico in cui si può entrare solo con veicoli autorizzati.

Non si tratta di una telecamera normale del sistema di videosorveglianza urbana, ma è un varco di controllo dei transiti con una specifica omologazione per la lettura automatica delle targhe e per cui a fine 2020 è arrivata in Comune l’autorizzazione da parte del ministero dei Trasporti per poterlo usare con la specifica funzione di poter accertare le violazioni da remoto. Senza l’apposita autorizzazione ministeriale, che prevede anche un periodo di prova preliminare di 30 giorni, le multe fatte in automatico dall’impianto non avrebbero infatti validità.

L’Amministrazione comunale ha approvato a inizio marzo l’utilizzo del varco e contestualmente è stato avviato il periodo di pre-esercizio che prevede il presidio per un mese dell’accesso della Ztl da parte degli agenti della Polizia locale per controllare i transiti e quindi poter comparare gli accertamenti fatti di persona con quelli registrati dall’impianto automatico. Ultimato il periodo di prova, se il funzionamento dell’occhio elettronico risulterà corretto, potrà essere pubblicata l’ordinanza del comando della Polizia locale che permetterà al varco di operare in modo autonomo e quindi chi entrerà in modo irregolare negli orari in cui è in vigore la Ztl sarà automaticamente multato.

Con l’attivazione del nuovo sistema di controllo in via Vittorio Emanuele II l’Amministrazione comunale ha anche aggiornato le regole della zona a traffico limitato, compreso l’elenco di chi può essere autorizzato ad entrare e le diverse tipologie di contrassegni da esporre sui veicoli che hanno possibilità di transitare dal varco senza essere multati.

L’elenco degli autorizzati comprende tutte le tipologie di mezzi pubblici e di servizio che abbiano necessità di entrare nel centro storico, esteso anche ai veicoli privati che siano 100% elettrici, ai furgoni per le consegne negli orari previsti e alle auto con contrassegno dei disabili che trasportino la persona a cui è intestato il contrassegno stesso. Queste categorie, per evitare la multa automatica, devono far registrare la targa del veicolo autorizzato in una “white list” mettendosi in contatto con la Polizia locale entro le 48 ore successive al primo transito sotto al varco.

Per altre categorie ci sono 3 tipi di contrassegno che possono essere richiesti per autorizzare un veicolo l’accesso alla Ztl. Per i residenti, o chi ha un box o posto auto all’interno della Ztl, è previsto è contrassegno “R” di colore verde, valido 3 anni, che consente il transito senza limiti di orario ma non la sosta  su strada. Per i commercianti o titolari di attività, studi professionali e aziende con sede all’interno della Ztl, si può richiedere il contrassegno “AP” rosso, valido 3 anni, che consente il transito e carico/scarico negli orari previsti, ma non la sosta. Per artigiani, commercianti ambulanti, ditte, addetti alle consegne, medici o assistenti per visite a domicilio o incaricati di servizi pubblici che debbano operare nell’area Ztl possono chiedere il contrassegno “A” di colore blu, valido 1 anno, che consente l’accesso e il carico/scarico negli orari previsti e non la sosta in strada.