12 Aprile 2021 Segnala una notizia
Raccolta fondi per l’Ospedale di Vimercate, “Mio fratello” organizza “Ridere con il cuore”

Raccolta fondi per l’Ospedale di Vimercate, “Mio fratello” organizza “Ridere con il cuore”

26 Marzo 2021

La vita è come uno specchio, ti sorride se la guardi sorridendo. Questa nota frase di Jim Morrison, frontman della band statunitense “The Doors”, scomparso a soli 27 anni nel 1971, probabilmente racchiude, in poche e semplici parole, l’atteggiamento migliore per affrontare le difficoltà, piccole e grandi, che ad ognuno di noi capita di affrontare.

Sicuramente sorridere non è sempre facile. Ma non è mai impossibile. Anche se a volte può sembrare così. Deve esserne convinta anche l’associazione “Mio fratello”, nata lo scorso 19 novembre in memoria di Francesco Martusciello, un giovane morto a 39 anni il 22 ottobre del 2020 dopo una lunga malattia. Questo determinato gruppo di una ventina di volontari ha deciso, infatti, di organizzare, in collaborazione con Social Events cabaret, “Ridere con il cuore”.

Sarà una serata, in programma per giovedì 22 aprile alle ore 21, in diretta streaming su showeb.live dal cineteatro Astrolabio di Villasanta, il cui ricavato andrà a supporto della Chirurgia Generale Oncologica dell’ospedale di Vimercate, un reparto altamente specializzato nella cura e nel trattamento chirurgico ad alta complessità di carattere oncologico, il cui primario, Christian Cotsoglou, è rimasto molto legato al ricordo di Francesco.

“Ad esibirsi saranno alcuni comici di Zelig e Colorado Cafè – spiega Stefano Martini, presidente di “Mio Fratello”, che ha la sua sede a Milano e sin dall’inizio ha nel Direttivo la mamma di Francesco e la sorella, Giulia – i fondi raccolti serviranno anche a raggiungere la cifra di 18.500 euro necessari per l’acquisto di un tromboelastografo da destinare al nosocomio di Vimercate (qui per fare una donazione), a cui si aggiunge la spesa per un anno di fornitura dei materiali per fare i test indispensabili per gli esami resi possibili da questo macchinario”.

“Il tromboelastografo agevola la comprensione per i medici del rischio emorragico o trombotico studiando il sangue del paziente e riducendo lo spreco di plasma, una risorsa limitata e preziosa per tutti i pazienti emorragici grazie al suo potere coagulante” continua.

UN REGALO PER LE MAMME

In attesa di poter ridere con lo spettacolo del prossimo 22 aprile, magari in una situazione pandemica in via di generale miglioramento, l’associazione “Mio fratello”, il cui slogan è “Se ti prendi cura delle persone, vinci sempre”, una frase che Francesco Martusciello amava dire spesso, è riuscita a regalare al reparto di Pediatria dell’ospedale di Vimercate un piccolo punto ristoro costituito da un frigorifero, un mobiletto e un microonde.

“Siamo contenti di aver realizzato questo importante gesto perché le mamme, a causa del Covid-19, non possono spostarsi dal reparto di Pediatria, che fino ad ora era privo della possibilità di consumare cibi e bevande – spiega Martini – adesso, invece, potranno anche avere la comodità di farsi portare da casa qualcosa da mangiare e bere e conservarlo al meglio nel proprio reparto”.

Tra le tante iniziative che “Mio fratello”, nonostante i pochi mesi di vita, ha già realizzato, ce n’è una che al momento, come conseguenza indiretta delle limitazioni agli spostamenti imposte dal Covid-19, è in stand-by. Si tratta del primo alloggio sociale recentemente inaugurato ad Arcore dall’associazione, un monolocale di 40 metri quadrati, chiamato “Casa Francesco”, completamente arredato e messo a disposizione di chi, proveniente da lontano, ha individuato nell’Ospedale di Vimercate il luogo idoneo per affrontare il percorso, a volte lungo, di cura. Intanto “Casa Francesco” è stata inserita in questi giorni sul sito https://www.acasalontanidacasa.it/trova-casa/casa-francesco-associazione-mio-fratello-odv-onlus

“In questo periodo molti interventi chirurgici vengono annullati e, naturalmente, ci sono meno trasferte da fuori Regione verso gli ospedali lombardi – sostiene il presidente di “Mio fratello” – per questo valuteremo i tempi di ulteriori interventi su questo fronte, in particolare se trovare entro il 2021, come avevamo inizialmente previsto, altri due o tre alloggi sociali”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi