22 Aprile 2021 Segnala una notizia
Intervento al cuore per il padre di Pizzaut. I suoi ragazzi gli dedicano la "pizza Supereroe"

Intervento al cuore per il padre di Pizzaut. I suoi ragazzi gli dedicano la “pizza Supereroe”

8 Marzo 2021

Le novità in casa Pizzaut non mancano mai, tuttavia l’ultima non è delle migliori: il padre fondatore della Onlus più famosa della Brianza e non solo, Nico Acampora, è finito dritto in sala operatoria, a causa di un infarto. Un improvviso malore, venerdì 5 marzo 2021, e la corsa al pronto soccorso del San Gerardo. Poi l’operazione. Ora Acampora sta bene, anche se una volta dimesso, dovrà osservare un periodo di doveroso riposo, oltreché una dieta. I ragazzi di Pizzaut nel frattempo non si sono persi d’animo, al contrario, hanno inventato una pizza tutta per Nico, chiamata “Pizza Supereroe”. 

L’intervento d’urgenza

MBNews ha raggiunto Acampora al telefono: “Ho deciso di provare anche l’esperienza dell’infarto, così giusto per non farmi mancare nemmeno questo brivido. Devo rivolgere un grazie enorme a mia moglie Stefania: mentre il mio infarto era già in corso, io volevo andare in ospedale da solo, ma lei, lavorando in cardiologia rianimazione e avendo già piena coscienza di quanto stesse accadendo, ha chiamato l’ambulanza”.

“In ospedale ho trovato una grande equipe di medici e infermieri. Mi hanno operato e mi hanno messo uno stent nella coronaria che si era occlusa. Adesso mi sento già bene, pronto a ripartire con serenità. Sono tornato in forma come un ventenne!”, ironizza Acampora.

Nico, dal suo letto di ospedale, ha anche già trovato il tempo di aggiornare tutti i suoi amici virtuali e reali, con un post sui social: “Voglio rassicurare tutti che sto bene… ringrazio tantissimo per l’affetto e per l’attenzione verso di me, verso i ragazzi e verso il progetto PizzAut. Mi raccomando stategli vicino mentre io sto facendo questa piccola revisione al motore. Una semplice manovra Stent come se ne fanno tante, in un ospedale con personale meraviglioso. La Vita È Bella ed ha Senso se è Spesa per gli Altri”.

La pizza Supereroe

Nel mentre che Acampora è in ospedale per rimettersi in sesto, i suoi ragazzi, a bordo del truck food allestito davanti alla loro pizzeria di Cassina de Pecchi (che da quasi un anno è in attesa di aprire i battenti), continuano a sfornare gustose pizze inclusive. 

“I miei ragazzi sono dei grandi. Hanno inventato una pizza nuova tutta per me, chiamata “SuperEroe”: scamorza, salsiccia, dadolata di pomodorini freschi e pomodorini essiccati al sole, cipolla caramellata e granella di noci. Davvero una pizza Gooumet….o GourmAut come la chiamo io. Una pizza nemmeno troppo leggera, che però nel weekend è stata la più richiesta. L’ennesima dimostrazione d’affetto”.

“Io in teoria non potrò mangiarla, una volta fuori di qui, dovrò stare a dieta. Francescone, non appena lo ha saputo, mi ha chiamato per dirmi ‘non preoccuparti io te la faccio lo stesso di nascosto!'”.

Gli auguri di pronta guarigione

Tutti i ragazzi di Pizzaut hanno fatto gli auguri di pronta guarigione a Nico Acampora. Noi ci uniamo a loro!

Foto di repertorio MBNews

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi