13 Aprile 2021 Segnala una notizia
Monza, nasconde 30 grammi di eroina nella stanza d'albergo: 23enne arrestato

Monza, nasconde 30 grammi di eroina nella stanza d’albergo: 23enne arrestato

12 Marzo 2021

Un pusher di 23 anni è stato arrestato, in flagranza di reato, dagli agenti della Polizia di Stato: aveva nascosto 12 involucri contenenti eroina nella sua stanza d’albergo, a Monza. E’ successo giovedì, 11 marzo 2021.

Tutto ha avuto inizio da una serie di segnalazioni, effettuate dai cittadini, riguardo alla presenza di persone sospette in largo Molinetto, all’angolo con via Casati. Gli agenti della Questura hanno quindi deciso di vederci meglio, effettuando alcuni controllo in zona. Dopo alcuni giorni di perlustrazione, i poliziotti hanno notato un ragazzo che, mentre parlava al cellulare, camminava sul marciapiedi opposto al loro, nelle vicinanze di un piccolo albergo.

Alla vista degli agenti, il ragazzo si è subito dato alla fuga, in direzione di corso Milano, introducendosi all’interno di un negozio, per cercare di sfuggire al controllo. Una volta all’interno, ha provato a dileguarsi definitivamente, scappando dall’uscita di emergenza del negozio. Peccato però, che i poliziotti non l’avessero mai perso di vista: non appena è uscito dal locale, nel parcheggio, è stato bloccato. 

Sottoposto immediatamente a perquisizione, è emerso che nella tasca del giubbotto, nascondeva quattro involucri di cellophane termosaldati, del peso di 0,5 grammi ciascuno, per un totale di 1,9 grammi di eroina. Subito dopo è stato portato in Questura per l’identificazione, poiché con sé non aveva alcun documento. Si tratta di un 23enne, nato a Vimercate, residente a Macherio, ma di fatto domiciliato a Monza con precedenti per spaccio e sottoposto alla misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali.

Nello stesso momento, una seconda volante, sempre in via Casati, ha fermato un altro ragazzo, un 33enne pregiudicato italiano, senza fissa dimora, che poco prima era in compagnia del 23enne. Sottoposto a immediato controllo, è stato subito rilasciato, poiché non è emersa alcuna condotta illecita.

Il 23enne invece, negli uffici di via Montevecchia, è stato sottoposto a fotosegnalamento e rilievi dattiloscopici. Già condannato per spaccio, è emerso che era sotto la misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali. Tra le prescrizioni correlate c’erano il divieto di uscire dalla sua abitazione dalle 21 alle 7 e quello di non accompagnarsi con pregiudicati. Divieto, quest’ultimo infranto con il 33enne.

Il giovane è stato trovato in possesso di un mazzo di chiavi riportante il nome di una locanda di Monza, è lì che si sono subito diretti gli agenti per una perquisizione. All’interno della stanza, sulla scrivania è stato rinvenuto un involucro di plastica di colore giallo, contenente a sua volta dodici involucri di cellophane termosaldati contenenti eroina, presumibilmente pronti alla vendita, per un peso complessivo di 5,22 grammi. Trovati anche un bilancino di precisione, una tessera sanitaria intestata alla compagna e una postepay utilizzate per il taglio della sostanza, oltre al materiale per il confezionamento (carta alluminio e bustine di cellophane), bicarbonato di sodio utile alla suddivisione della sostanza, e un accendino per saldare gli involucri di cellophane.

Sull’armadio della camera invece, vi erano occultati nove tocchetti di vario peso sempre di eroina, raccolte in uno scatolino di plastica trasparente, ancora da confezionare, per un peso complessivo di 24,01 grammi, oltre a un gran numero di banconote di piccolo taglio per un valore complessivo di 835 euro.

Il materiale è stato posto sotto sequestro, mentre il 23enne è stato arrestato in flagranza di reato.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi