18 Aprile 2021 Segnala una notizia
"Madonna con bambino" torna a casa: ritrovato il dipinto del '500 rubato a un gallerista milanese

“Madonna con bambino” torna a casa: ritrovato il dipinto del ‘500 rubato a un gallerista milanese

8 Marzo 2021

Il dipinto a olio su tela di scuola lombarda Madonna con Bambino, risalente al Cinquecento, è stato ritrovato: a recuperarlo e restituirlo al legittimo proprietario sono stati i Carabinieri del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale di Monza.

L’indagine era stata avviata il 25 gennaio scorso, quando il proprietario, un gallerista milanese, aveva denunciato il furto dell’opera delle dimensioni di 88×60 cm, commesso lo stesso giorno nel capoluogo lombardo. Il malcapitato, dovendosi recare per una commissione nella zona est della città, aveva improvvidamente lasciato incustodito il bene. La disattenzione, seppure temporanea, è risultata fatale.

I militari dello speciale Nucleo brianzolo hanno immediatamente provveduto a inserire il bene nella “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti”, il più grande database di opere d’arte rubate al mondo. Gli immediati accertamenti condotti hanno permesso di appurare che la tela era stata asportata da due cittadini stranieri, residenti in Italia, che lavoravano in cantieri della zona.

Le successive indagini hanno portato al sequestro del dipinto, che era custodito in un’abitazione di Pero. Subito dopo è avvenuta la restituzione al legittimo proprietario, su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Milano che ha diretto le indagini.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi