23 Aprile 2021 Segnala una notizia

Caso Genovese, video delle violenze offerti alle TV: perquisizioni in casa di due tecnici (uno di Monza)

5 Marzo 2021

Decine di ore di video, sulle quali si deciderà il futuro processuale di Alberto Genovese, hanno rischiato di finire in TV. Secondo quanto appreso, due tecnici avrebbero tentato di vendere i violenti fotogrammi che immortalano la presunta violenza sessuale consumatasi nella Terrazza degli Orrori, ad alcuni programmi televisivi per 30mila euro.

Ora sono scattate le perquisizioni nelle abitazioni dei due indagati: secondo quanto riportato da Repubblica, si tratta di una 41enne di Monza e un 36enne milanese, entrambi collaboratori di una società che ha effettuato una consulenza sui filmati delle telecamere a circuito chiuso di Terrazza Sentimento, su incarico dei legali dell’imprenditore.

Gli investigatori hanno quindi proceduto al sequestrato dei cellulari, dei computer e delle chiavette Usb, che saranno ora sottoposti ai controlli della Scientifica.

Il nuovo fascicolo sulla tentata vendita dei video che riguarderebbero anche la presunta violenza sessuale, consumatasi tra il 1o e l’11 ottobre scorso ai danni della 18enne, è stato aperto nei giorni scorsi dall’aggiunto Letizia Mannella e dal pm Rosaria Stagnaro, già titolari dell’inchiesta sui presunti abusi sessuali contestati a Genovese.

Intanto l’imprenditore ha chiesto la scarcerazione e gli arresti domiciliari in una struttura, dove potersi disintossicare dall’abuso di sostanze stupefacenti.

Foto: Web

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi