Attualità

Triante, l’ira dei residenti per gli alberi abbattuti. Sassoli: “Verranno compensati con nuove piante”

Quartiere Triante, i residenti di via Pizzagalli, angolo via Adigrat, questa mattina si sono svegliati con il rumore delle motoseghe in azione.

Quartiere Triante, i via Pizzagalli, alberi abbattuti

Quartiere Triante, i residenti di via Pizzagalli, angolo via Adigrat, questa mattina si sono svegliati con il rumore delle motoseghe in azione. In corso, infatti, dalle ore 7 circa del mattino, l’abbattimento di alcuni alberi nella zona.

“Girava ormai da qualche tempo la voce che il proprietario di un piccolo terreno avesse venduto la proprietà. Nessun avviso puntuale e preciso è stato però apposto in merito all’abbattimento degli arbusti – spiega il signor Alberto, residente della zona. – Solo qualche cartello generico. Poi stamattina lo scempio“.

Il signor Alberto, ma come lui decine di persone che abitano nella zona, si è subito attivato per chiamare le forze dell’ordine nel tentativo di far cessare l’abbattimento delle piante ad alto fusto ultracinquantenarie.

“Ho chiamato subito i carabinieri, poi la polizia municipale e dopo ancora il corpo forestale, nulla di fatto: nessuno ha saputo aiutarmi per il momento” spiega.

L’assessore Martina Sassoli ha così spiegato: “Non si tratta di alberi monumentali. L’area è privata quindi l’abbattimento non dipende dal Comune. Tutti gli alberi, però, verranno compensati in loco da altrettante nuove piantumazioni. L’intervento è compatibile con il Pgt vigente e sono stati già pagati 121.219  euro in anticipo per compensazione ambientale (disposto un capitolo dedicato). In più, abbiamo richiesto ulteriori 35mila che saranno investiti per un intervento di riqualificazione da effettuarsi nel quartiere e che verrà stabilito nell’arco di sei mesi. ” ha spiegato l’assessore all’Urbanistica, Martina Sassoli.

(Articolo pubblicato alle 17.20 aggiornato alle 17.30)