Sport

Monza e Cittadella giocano con i guanti, all’U-Power Stadium arriva uno scialbo 0-0!

Per i biancorossi solo una grande occasione sciupata con Balotelli nel secondo tempo. Poco da ricordare anche per i veneti. La squadra di Brocchi è, comunque, solitaria, al secondo posto in classifica.

monza-cittadella2-mb (Copia)

E meno male che la temperatura era da primavera quasi inoltrata. Perché se chi era all’U-Power Stadium avesse dovuto riscaldarsi guardando Monza-Cittadella, avrebbe rischiato il congelamento. Da un match di alta classifica, che ai biancorossi, in caso di vittoria, avrebbe permesso di accorciare le distanze dall’Empoli capolista ad un solo punto, ci si aspettava decisamente di più. Invece le due squadre hanno preferito non rischiare di ferire l’avversario.  Probabilmente accontentandosi, con ritmi da crociera nei mari del Nord, di un punto a testa che lascia intatte le rispettive ambizioni di promozione in serie A.

LA CRONACA

Troppo poche le occasioni da rete su entrambi i fronti per giustificare un risultato che alla fine non poteva che essere ad occhiali. Tra le poche emozioni dell’U-Power Stadium possiamo annoverare, nel primo tempo, una conclusione di Dany Mota, parata da Maniero al 19′, un colpo di testa di poco a lato di Ogunseye al 30′ e una rete annullata per un fuorigioco piuttosto dubbio di Beretta al 42′.

La ripresa, piena di cambi, con il ritorno in campo nel Monza di capitan D’Errico e D’Alessandro, previsto tra i titolari alla vigilia, al posto di Ricci, non è stata più entusiasmante. Al 54′ conclusione di Iori dai 20 metri sul fondo, con qualche brivido per Di Gregorio, e un’occasione colossale buttata alle stelle da Balotelli, servito alla perfezione da D’Alessandro al 64′. Per il resto qualche accelerazione di Dany Mota sulla fascia, un colpo di testa con buona scelta di tempo di Diaw, entrato nella ripresa, ma ancora lontano dal bomber che era al Pordenone nella prima parte della stagione.

E dire che anche la cabala era tutta dalla parte del Monza e di un match molto atteso e sulla carta spettacolare. I biancorossi, infatti, avevano sempre vinto nei 3 precedenti con il Cittadella. Che, a sua volta, non pareggiava 0-0 da ben 37 turni, dal match interno della Cremonese di un anno fa. I brianzoli e i veneti, inoltre, sono le due squadre che hanno segnato più reti in campionato di testa, ben 11.

Se gli uomini di Brocchi possono essere soddisfatti della 13esima partita in cui hanno tenuto inviolata la propria porta sulle 25 giocate fino ad ora in questo campionato, sicuramente devono fare mea culpa se in questo 2021 non sono ancora riusciti a vincere in casa. Tre pareggi ed una sconfitta, dopo l’esaltante vittoria del 30 dicembre contro la Salernitana, sono un bottino deficitario tra le mura amiche.

Balotelli, stavolta, non è stato decisivo nemmeno da titolare, come nelle precedenti due occasioni. Si è fatta sentire anche l’assenza di Boateng, uno dei pochi capaci di inventare qualcosa di imprevedibile. In tribuna mancava anche l’amministratore delegato, Adriano Galliani che, positivo al Covid-19, avrà visto la partita dalla propria casa di Brera a Milano. Per lui e per i tifosi biancorossi, comunque, l’amarezza per l’assenza del bel gioco, una rarità quest’anno per la squadra di mister Brocchi, è in parte compensata dal secondo posto solitario in classifica del Monza con 43 punti. Dietro Venezia e Salernitana hanno rallentato. E martedì 2 dicembre, alle 17, ci sarà Frosinone-Monza, un’altra sfida delicata.

Le foto sono di Alessio Morgese – Agenzia Emage

MONZA (4-3-3): Di Gregorio; Donati, Bellusci, Pirola, Carlos Augusto; Scozzarella (64′ Barberis), Barillà (65′ D’Errico), Frattesi; Balotelli (77′ Diaw), Mota Carvalho, Ricci (46′ D’Alessandro).

A disposizione: Lamanna, Anastasio, Scaglia, Armellino, Maric, Colpani, Paletta, Sampirisi. All: Brocchi

CITTADELLA (4-3-1-2): Maniero; Cassandro (85′ Ghiringhelli), Frare, Adorni, Baldini (72′ Tavernelli); Proia, Iori (81′ Gargiulo), Branca; Donnarumma (81′ Benedetti); Beretta (73′ D’Urso), Ogunseye.

A disposizione: Kastrati, Perticone, Camigliano, Rosafio. All: Venturato

Arbitro: Riccardo Ros (Pordenone)

Ammoniti: Ricci (M), Iori (C), Cassandro (C), Beretta (C), D’Alessandro (M), Branca (C)

Note: Giornata soleggiata, temperatura gradevole nonostante un verto a tratti deciso. Terreno in perfette condizioni.

Recupero: 2′ pt, 4′ st