14 Aprile 2021 Segnala una notizia
Imprenditoria femminile, via ufficiale al Gruppo Donne di Confimi Monza Brianza e Bergamo

Imprenditoria femminile, via ufficiale al Gruppo Donne di Confimi Monza Brianza e Bergamo

12 Febbraio 2021

Non nasce per andare a completare l’altra metà del cielo dell’imprenditoria, come si potrebbe pensare suggestionati dall’amorosa attesa dell’ormai imminente San Valentino. Il neonato Gruppo Donne Imprenditrici Confimi Industria Monza Brianza e Bergamo, piuttosto, ha l’obiettivo di dare il proprio contributo, attraverso l’inclusione, la formazione e il networking, alla ricerca di soluzioni ai problemi economici, tecnici e sociali che il Covid-19 ha fatto emergere o accentuato.

Il progetto, emanazione del Gruppo Donne Imprenditrici Confimi nazionale e aperto all’adesione di imprenditrici, manager e, più in generale, esponenti del gentil sesso con ruoli strategici ed apicali del nostro territorio, guarda, come affermato nel video trasmesso all’inizio del webinar di presentazione, al procedere insieme “per costruire il prossimo presente e valorizzare le professionalità e i talenti delle donne”.

Il Gruppo Donne Imprenditrici Confimi Industria Monza Brianza e Bergamo, lungi dall’essere in contrapposizione ad un mondo produttivo e dirigenziale in gran parte ancora dominato in Italia dagli uomini, dichiara tutta l’intenzione di mettere l’empatia, l’intuito, la lungimiranza e la capacità organizzativa, patrimonio di molte donne, imprenditrici comprese, al servizio di un fine comune: lo sviluppo delle Pmi in un’epoca di grandi cambiamenti.

“Un anno fa nasceva il Gruppo Donne Imprenditrici Confimi nazionale ed ora diamo finalmente il via alla nostra territoriale – afferma Paola Marras (nella foto in basso), promotrice del progetto a Monza Brianza e Bergamo, membro del Consiglio Direttivo Confimi Industria Monza e Brianza e della Giunta nazionale Donne Imprenditrici – vogliamo promuovere una leadership al femminile più marcata, rompere stereotipi culturali che ancora oggi rendono il fare impresa per una donna un’opzione non immediata, anche perché spesso non ha un’adeguata assistenza per accedere al credito bancario, a cui ricorre solo un’imprenditrice su 5”.

LO SCENARIO

Le basi per l’affermazione del Gruppo Donne Imprenditrici Confimi Industria Monza Brianza e Bergamo, in un contesto di proficua collaborazione con altri Gruppi sparsi per l’Italia che fanno riferimento all’associazione imprenditoriale capace di aggregare a livello nazionale 40mila aziende, con circa 500 mila addetti complessivi e un fatturato complessivo di circa 80 miliardi di euro annui, ci sono tutte.

Monza Brianza si colloca al 14mo posto in Italia per numero di aziende a conduzione femminile, circa 13mila” spiega Marras, che è titolare di Niklas-Progetti di comunicazione e, nei mesi più difficili della pandemia da Covid-19, ha lanciato, insieme alle colleghe imprenditrici Lisa Fumagalli, Simona Ronchi e Laura Parigi, tutte associate a Confimi Industria Monza Brianza, il progetto “CON_diVISION”, un nuovo modello di business per mettere sul mercato dispositivi di distanziamento e protezione.

Per l’imprenditoria femminile, in Italia e nel nostro territorio, però, c’è ancora tanto cammino da fare. “Ci sono problematiche di ricambio generazionale soprattutto a livello operativo ed aziendale, ma anche di conciliazione tra vita privata e lavoro – sostiene Marras – d’altro canto proprio oggi, 11 febbraio, si celebra la Giornata internazionale per le donne e le ragazze nella scienza e c’è qualcosa da cambiare se le donne hanno straordinarie capacità per raggiungere la laurea e poi non trovano un adeguato sviluppo nelle imprese con pesanti ricadute anche sul Pil”.

“Per tutti questi motivi, come Gruppo Donne Imprenditrici Confimi Industria Monza Brianza e Bergamo – continua – vogliamo interagire con le istituzioni locali e nazionali, aprire tavoli di lavoro inclusivi, migliorare le nostre soft skills per combattere l’analfabetismo digitale ed avere gli strumenti per poter crescere insieme”.

LE AZIONI

Un anno di attività del Gruppo Donne Imprenditrici Confimi Industria ha già prodotto diversi risultati concreti. E, non a caso, al lancio del Gruppo territoriale di Monza Brianza e Bergamo, a testimonianza di quanto la coesione e la capacità di collaborare in maniera costruttiva siano valori fondanti del progetto, c’erano anche diverse componenti della Giunta nazionale. Dalla presidente Vincenza Frasca, anche Vicepresidente di Confimi con delega alle Pari Opportunità, Federica Mirandola, Manuela Aloisi, Alice Borsetto, Nicoletta Mazzadri e Rachele Morini.

“Non ci siamo persi d’animo con il lockdown causato dal Covid e abbiamo realizzato un ciclo gratuito di otto webinar sull’educazione finanziaria, che avrà, appena possibile, una tavola rotonda finale con l’economista Cottarelli in cui presenteremo un decalogo perché gli istituti bancari tornino a finanziare i progetti imprenditoriali per dare loro un valore” annuncia Frasca.

“Abbiamo promosso un sondaggio per capire le necessità e le esigenze delle nostre imprenditrici, tra le quali l’accesso al credito e la formazione – continua la presidente del Gruppo Donne Imprenditrici Confimi Industria nazionale – inoltre facciamo parte del Comitato Impresa Donna per decidere come spendere i 40 milioni di euro a disposizione delle Pmi femminili, che noi riteniamo debbano essere destinati soprattutto alla formazione stimolata dalle associazioni. Infine, da pochissimi giorni, facciamo parte della Cabina di regia di Unioncamere con l’obiettivo di arrivare ad una proposta di legge per creare una legislazione sull’imprenditoria femminile unica a livello europeo”.

Uno dei tasselli fondamenti del Gruppo Donne Imprenditrici Confimi Industria, sia a livello nazionale che nel nostro territorio, è la comunicazione. Anche quella digitale, con pagine dedicate sul sito dell’associazione imprenditoriale, un blog e la presenza sui social network.

Il progetto, anche a Monza Brianza e Bergamo, dove si sta per far nascere anche il Gruppo Giovani, ha il pieno sostegno dei vertici Confimi. “Sono rappresentante di due aziende profondamente al femminile, quindi per me l’imprenditoria rosa, per la capacità di cura del particolare e di valorizzare il prodotto, è non solo importante, ma essenziale” afferma Franco Goretti (nella foto in alto), presidente di Confimi Industria Monza e Brianza.

“Il Gruppo Donne Imprenditrici della nostra territoriale ha una regolamentazione che nasce da uno schema nazionale – sostiene Edoardo Ranzini, Direttore di Confimi Industria Monza Brianza e Confimi Apindustria Bergamo – con l’apertura delle candidature, si procederà poi con l’Assemblea generale e la definizione dei ruoli di rappresentanza: Consiglio Direttivo e Presidenza”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi